Si fingono operai del Comune  E svaligiano due case in centro
Tornano i “topi d’appartamento” anche in centro città (Foto by archivio)

Si fingono operai del Comune

E svaligiano due case in centro

Coppia di ladri in azione in piazza Volta e in piazza Roma - Si sono fatti aprire il portone con una scusa. In fuga con gioielli e contanti

Doppio colpo in appartamento, ieri nella tarda mattinata, in pieno centro storico a Como. Una coppia di ladri ha svaligiato almeno due case approfittando dell’assenza dei proprietari e facendosi aprire spacciandosi per operai del Comune.

Attenzione, dunque: perché in centro città sono in azione ladri d’appartamento camuffati da tecnici che, a chi chiede loro conto della loro presenza, senza scomporsi accennano a interventi commissionati da parte dell’amministrazione. È quanto hanno ricostruito i carabinieri di Como, intervenuti in piazza Volta prima e in piazza Roma poi dopo la segnalazione di furti ricevuti da altrettante famiglie residenti nelle due piazza del centro cittadino.

Il primo colpo, come detto, in piazza Volta. Qui i ladri hanno scelto di citofonare a un ufficio professionale sicuri di poter ottenere l’apertura del portone senza troppa difficoltà. E così, in effetti, è stato. Quindi, entrati sulle scale, hanno forzato la porta d’ingresso di uno degli appartamenti agli ultimi piani e hanno agito indisturbati, impossessandosi di gioielli e di contanti il cui valore - che pare non di poco conto - dev’essere comunque ancora stabilito dai proprietari, che erano fuori città al momento del colpo.

Il secondo furto è stato scoperto invece nel pomeriggio in un appartamento di piazza Roma. A lanciare l’allarme una ragazza che, rientrata in casa, ha trovato - anche in questo caso - la porta d’ingresso forzata e l’abitazione messa sottosopra dai malviventi. Anche in questa occasione, secondo quanto sono riusciti a ricostruire i carabinieri - che stanno indagando per dare un nome e un volto ai ladri - ad agire la stessa coppia di banditi di piazza Roma, ovvero i falsi operai del Comune di Como. Anche qui i ladri hanno cercato giolielli, contanti e oggetti di valore. Pure in questo caso il bottino, di svariate centinaia di euro, è da ricostruire con esattezza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA