Tangenti: un arrestato collabora
Como la sede dell'agenzia delle entrate di viale Cavallotti (Foto by Andrea Butti)

Tangenti: un arrestato collabora

Mazzette al fisco: l’unico a rispondere alle domande del giudice è stato Stefano La Verde, capo team dell’Agenzia delle entrate. Gli altri arrestati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere

È stato l’unico a rispondere alle domande del giudice Stefano La Verde, capo team dell'Agenzia delle entrate arrestato con l’accusa, tra le altre, di avere ricevuto una mazzetta per accomodare un accertamento fiscale. Gli altri indagati arrestati l’altro giorno (il suo ex capo Roberto Leoni, i commercialisti Antonio e Stefano Pennestrì) o finiti ai domiciliari (l’imprenditore Andrea Butti) si erano infatti avvalsi della facoltà di non rispondere. Ieri La Verde ha invece risposto alla gip Lo Gatto, sulla base di una diversa strategia difensiva aperta alla collaborazione che, presumibilmente, nasce dalla volontà di chiudere la partita il più celermente possibile. Anche se l’indagine, come si legge negli atti, non sembra doversi concludere a breve.

I servizi completi nell’edizione de La Provincia in edicola venerdì 28 giugno


© RIPRODUZIONE RISERVATA