Tangenziale, Maroni a La Provincia  «La finiremo e sarà senza pedaggio»
La tangenziale di Como

Tangenziale, Maroni a La Provincia

«La finiremo e sarà senza pedaggio»

Il presidente della Regione ieri in redazione per un confronto sull’opera incompiuta. «Grazie alla nuova società creata con Anas si farà. E usando soldi pubblici, quindi sarà gratis»

«La società che sta per nascere, creata da Anas e Regione, si occuperà di completare la tangenziale di Como. Lo farà con fondi pubblici, quindi non ci sarà il pedaggio».

L’annuncio arriva dal presidente della Regione Roberto Maroni, che ha partecipato ieri a un incontro con il comitato “No al pedaggio sulla tangenziale di Como”, organizzato da La Provincia. Nel forum con i giornalisti e il direttore Diego Minonzio - presenti i referenti del comitato, il sindaco Mario Landriscina e la presidente della Provincia Maria Rita Livio - il governatore ha fatto il punto sull’opera tanto attesa. Finora il territorio si è dovuto accontentare di due chilometri e mezzo, tra Albate e Villa Guardia, mentre il tratto fino ad Albese non è finanziato e nemmeno progettato.

«Fare il secondo lotto - ha affermato Maroni - sarà una delle competenze della nuova società Lombardia Mobilità, che nascerà ufficialmente a metà gennaio. Noi ne faremo parte al 50% con Anas, per cui se la Regione dice che la tangenziale di Como va completata, e lo dice, l’opera si farà».

Il servizio completo su La Provincia in edicola oggi

© RIPRODUZIONE RISERVATA