Turate, 10 mesi all’ultras imbrattatore  Pena scontata: cancellate le scritte
La scritta lasciata dai supporter nel settembre del 2015

Turate, 10 mesi all’ultras imbrattatore

Pena scontata: cancellate le scritte

Nel settembre del 2015 il gruppo Masnada aveva imbrattato edifici pubblici. Denunciato dal Comune, il supporter ha potuto avvalersi della giustizia riparativa

Condannato a dieci mesi di reclusione, l’ultras ha scontato la pena rimboccandosi le maniche e ripulendo i muri del paese imbrattati nel 2015 dai supporter della formazione calcistica Dal Pozzo di Ceriano che allora utilizzava il campo del paese.

Le azioni addebitate al gruppo di ultras Masnada della squadra Dal Pozzo di Ceriano (in particolare il raid vandalico del settembre del 2015 con l’imbrattamento di diversi edifici pubblici e relativa denuncia del Comune), erano state al centro di diversi provvedimenti con tanto di Daspo (11 ad altrettanti tifosi) da parte della Questura fino alla decisione del Comune di revocare la concessione del campo.

Uno degli imputati,nel frattempo condannato a dieci mesi di reclusione, ha chiesto, tramite il proprio legale, di potersi avvalere della giustizia riparativa, rendendosi disponibile a cancellare le scritte in questione.

I DETTAGLI SUL GIORNALE IN EDICOLA GIOVEDI’ 17 OTTOBRE


© RIPRODUZIONE RISERVATA