Turba e la tangenziale gratis  «Vogliamo comprarla»
La nuova tangenziale di Como

Turba e la tangenziale gratis

«Vogliamo comprarla»

Il sottosegretario leghista ribatte a Broggi (Pd). «Pensiamo al secondo lotto. Lo Stato faccia la sua parte»

«Broggi si è appena insediato come segretario provinciale del suo partito e per quanto riguarda la sua credibilità gli concedo il beneficio del dubbio. Ma prima di sparare sulla Lega, guardi a quella del suo partito, che proprio sul viadotto dei Lavatoi ha perso cinque anni senza fare nulla»: è risentito il tono di Fabrizio Turba, sottosegretario alla presidenza della Regione, nonché uomo di peso della Lega, di cui è stato segretario provinciale. Ce l’ha con Federico Broggi, segretario provinciale Pd, che ha ricordato alla Lega appunto la promessa fatta non più tardi di un anno fa in campagna elettorale di rendere gratuita la tangenziale di Como. «Ora si dimostrino coerenti e passino dalle parole ai fatti, se ancora tengono alla propria credibilità», erano state le parole di Broggi. Il tema è quello del viadotto dei Lavatoi, che funziona a mezzo servizio (è chiuso al traffico pesante e crea pertanto gravi disagi a Camerlata). In questa ottica, almeno fino a quando non saranno risolti i problemi del ponte, avrebbe senso aprire i tornelli della tangenziale al traffico cittadino senza far pagare nulla ai comaschi?

«Ci stiamo lavorando, chiederemo al governo di fare la propria parte e ribadisco che l’ipotesi è quella di rendere la tangenziale gratuita. Non come propone l’ex assessore comasco Bruno Magatti di pagare l’affitto ad Autostrada pedemontana lombarda, elevando il pedaggio del casello di Grandate. L’ipotesi è quella che la Regione compri la tangenziale. La Lombardia ha con lo Stato un residuo fiscale a proprio sfavore di 55 miliardi all'anno. È la prima Regione in Italia, sarebbe bene che una parte di quei soldi venissero restituiti sotto forma di investimento sul territorio».

Un’attenzione che Turba promette è rivolta anche al secondo lotto: «Como è capoluogo di confine, da qui passano i collegamento con l’Europa, e non ha una tangenziale, opera quanto mai necessaria. Intanto, sempre a proposito di credibilità, è grazie alla Lega se i finanziamenti alla variante della Tremezzina sono stati messi in sicurezza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA