Va a far la spesa in orario di lavoro  Postino condannato per truffa
Il cortile delle Poste centrali di Como, in via Gallio, dove lavorava il portalettere condannato (Foto by archivio)

Va a far la spesa in orario di lavoro

Postino condannato per truffa

La sentenzaPortalettere in servizio in via Gallio riconosciuto colpevole: otto mesi di reclusione - Era stato sorpreso tre volte a fare commissioni private quando doveva consegnare la posta

Como

Inforcava lo scooter bianco e giallo delle Poste e partiva per la consegna quotidiana. Ma rientrava ben prima del previsto in ufficio, per poi uscirne con l’auto privata per fare le proprie commissioni.

Il giudice delle udienze preliminari di Como ha condannato a 8 mesi di reclusione - con la sospensione condizionale della pena - un portalettere di sessant’anni, in servizio alle Poste centrali di via Gallio. L’accusa ipotizzata a suo carico dalla Procura era di truffa ai danni di un ente pubblico.

La denuncia risale all’estate 2016. A quell’epoca i carabinieri di Como avevano avuto notizia di alcuni dipendenti delle Poste che, durante l’orario di lavoro, si assentavano per fare delle commissioni private.


© RIPRODUZIONE RISERVATA