Vaccini, scuole in ritardo

Già 104 inadempienti in 26 istituti

I piccoli alunni senza copertura potrebbero essere 1.600

Vaccini, scuole in ritardo Già 104 inadempienti in 26 istituti
Le scuole comasche sembrano avere adottato una linea di tolleranza

Vaccini, gli elenchi dalle scuole materne e dagli asili arrivano con il contagocce, ma se i primi dati dovessero venire confermati, vorrebbe dire che, in proiezione, nel nostro territorio circa 1600 bambini, soprattutto stranieri, non potrebbero entrare a scuola.

Libretti e autocertificazioni, come noto, dovevano essere consegnati entro l’11 settembre, le scuole avevano tempo dieci giorni, quindi fino al 21 settembre, per inviare gli elenchi con i nominativi alle autorità sanitarie. Bene, secondo l’Ats Insubria solo 26 scuole su 833, tra Como e Varese, hanno rispettato questo termine, segnalando già 104 bambini inadempienti, di cui 55 sul territorio comasco. Fare di conto non è difficile, e se il campione fosse significativo a fini statistici porterebbe a circa 3.330 le famiglie non ancora in regola, di cui 1600 comasche.

L’approccio nei confronti delle famiglie è stato “morbido”.

Se è vero che alcuni bambini, causa certificati mancanti, sono stati respinti (è successo a Rebbio), la sensazione è che tutti questi inadempienti non possano essere rimasti a casa, almeno nelle prime settimane le scuole comasche hanno adottato una linea morbida, nel tentativo di regolarizzare tutta l’utenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True