Venerdì Santo, sì alla processione
Giro corto, distanza e mascherina

Dopo due anni di pandemia, torna un appuntamento sentitissimo dalla città

Venerdì Santo, sì alla processione Giro corto, distanza e mascherina
Nel lockdown del 2020 il Crocifisso simbolicamente portato in Duomo

Como

Dopo due anni di stop torna la processione del Venerdì Santo con il Croficisso miracoloso. Si seguirà il giro “corto”, esattamente come nel 2019, il percorso cioè che si snoda lungo viale Varese, via Cadorna, San Bartolomeo - dove verrà benedetto l’anello della catena che si spezzò al passaggio del Crocifisso nel XV secolo - via Milano bassa, piazza Vittoria, viale Cattaneo, viale Varese per poi rientrare in basilica dove il vescovo celebrerà l’omelia. Niente passaggio in piazza Cavour per la benedizione del lago.

Distanze e mascherine saranno le indicazioni da rispettare per chi parteciperà alla processione, mentre per il pubblico verranno definite le regole da rispettare lungo tutto il percorso.

Le celebrazioni erano state cancellate, per la prima volta dopo 153 anni, nel 2020 (in pieno lockdown con il Crocifisso che era stato portato in Duomo e pregato, a nome della città, dal vescovo Oscar Cantoni ) e lo scorso anno, sempre per la situazione emergenziale legata al Covid, si erano celebrate le funzioni, ma non la processione. Era stato però consentito rendere omaggio al Crocifisso esposto nella basilica di viale Varese, ma niente bacio per ovvie questioni sanitarie. Quest’anno, come detto, tornerà la processione, che era stata in dubbio fino a qualche settimana fa. Il rito del bacio, però, non ci sarà, poiché il rischio di contagio ancora non lo consente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}