Via Bixio, terza truffa  dello specchietto  Ma gli va ancora buca
Il tratto di via Nino Bixio dove si verificano i tentativi di truffa

Via Bixio, terza truffa

dello specchietto

Ma gli va ancora buca

Terzo episodio nel giro di due settimane. Era già stato denunciatoun uomo di 32 anni

Un nuovo tentativo di truffa dello specchietto, il terzo in pochi giorni, e sempre nello stesso posto, la via Nino Bixio, dove un uomo di 32 anni è già stato denunciato due volte dall'inizio del mese per lo stesso motivo.

Il nuovo episodio, del tutto simile ai precedenti, è raccontato da una signora, membro del gruppo Facebook “6 di Como se...”.

Un post evidenziato in rosso: «Attenzione, ieri sera un uomo in via Bixio mi ha truffata dicendomi che l’avevo urtato con la macchina e gli avevo rotto il cellulare. Voleva estorcermi dei soldi».

In realtà si è trattato di un tentativo, a cui la donna si è sottratta, rifiutandosi di versargli la somma che quell’uomo le chiedeva per la rottura dello smartphone.

È successo alle 11 di venerdì sera, quando si trovava a passare in auto dalla via Bixio. Mentre dalla parte opposta scendevano due altre auto, lei ha stretto verso il muro e ha avvertito un rumore secco all’altezza dello specchietto, dalla parte dove passava un pedone. Si è fermata dopo che l’uomo le aveva fatto un cenno con il braccio. Quando è scesa dalla macchina, quello le ha mostrato lo smartphone con il vetro rotto, e le ha chiesto una somma per ricomprarlo. Sicura di non averlo urtato, la donna ha proposto una constatazione amichevole. Al che l’uomo se ne è andato.

Un racconto che combacia con quello di altre vittime abbordate sempre in via Bixio, il 31 gennaio e il 2 febbraio, episodi per i quali era stato denunciata la stessa persona, un uomo di 32 anni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA