Via Perti e via Giussani, cantieri in ritardo  Si torna a scuola tra i calcinacci
Impalcature attorno al complesso delle scuole di via Giussani (Foto by butti)

Via Perti e via Giussani, cantieri in ritardo

Si torna a scuola tra i calcinacci

La situazione più grave è proprio in via Giussani dove le lezioni riprendono senza attività pomeridiane - Problemi anche in via Perti. Genitori in allarme

Cantieri scolastici in ritardo, gli studenti rischiano di tornare in classe a lavori ancora in corso.

Sarà senz’altro così per i duecento alunni di via Giussani i quali dovranno, a inizio anno, rinunciare alle attività pomeridiane per consentire la prosecuzione a tappe forzate del cantiere, quello per cui l’amministrazione aveva affrontato lo sforzo maggiore, trattandosi di un intervento da 995 mila euro. Meglio è andata alle scuole elementari di via Viganò, dove saranno accolti gli ottanta bimbi esclusi dall’asilo Sant’Elia, che come noto resterà chiuso tutto l’anno mentre in via Perti ieri sono comparse una serie di transenne che non lasciano intravedere nulla di buono.

Nello specifico, per via Giussani, il termine dei lavori era stato fissato al 3 settembre. Ieri mattina, invece, l’ufficio tecnico ha comunicato ai referenti della scuola che, se tutto andrà bene, la nuova data è quella del 30 settembre. «Lunedì 12 settembre inizieremo le lezioni insieme agli operai - conferma la preside Daniela De Fazio -. Il pomeriggio, dopo la mensa, non sarà possibile svolgere le attività pomeridiane, lasceremo modo all’impresa di completare le opere. Classi e cantieri dovranno stare per ovvie ragioni di sicurezza ben separati. Lunedì è fissato un altro incontro in Comune, i tecnici ci consegneranno un più preciso crono programma sperando non si verifichino ulteriori slittamenti».

Nel plesso è stato installato un nuovo impianto di video sorveglianza con l’antifurto, la scuola necessitava di un presidio contro le intrusioni sgradite, anche dal lato delle materne. Ma l’intervento più corposo è sui serramenti, le nuove finestre non sono ancora state montate. Il problema storico in via Giussani riguarda le tapparelle e il sole che scalda eccessivamente le aule. I ponteggi al momento hanno impacchettato l’edificio.

Ieri mattina invece le porte della scuola di via Perti sono rimaste transennate fino al primo pomeriggio. Tra il cornicione e le finestre sui muri ci sono delle crepe. I tecnici comunali al lavoro hanno rassicurato: si tratta solo di normali problemi con cui devono fare i conti gli edifici storici. Le riqualificazioni delle stabile rispetto ai programmi comunque sono partite tardi, sono state alzate le ringhiere dei parapetti, sui vetri delle finestre sono state applicate pellicole per evitare che vadano in frantumi.

L’assessore Vincenzo Bella fa sapere che lunedì 9 settembre, dunque tre giorni prima dell’inizio dell’anno scolastico, «si terrà un incontro tra i tecnici di Palazzo Cernezzi e il responsabile della sicurezza della scuola per verificare la corretta esecuzione dei lavori prima delle lezioni». Sulle transenne invece l’assessore non rilascia alcun commento o spiegazione. I genitori perciò avanzano qualche lecita preoccupazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA