Viaggio nel buio, dal lago all’autostrada  Decine di lampioni fuori uso
Come appare la passeggiata di villa Olmo

Viaggio nel buio, dal lago all’autostrada

Decine di lampioni fuori uso

Tutto spento lungo la passeggiata Gelpi. Tenebre anche a Lazzago alla rotatoria con ingresso sulla A9

Un viaggio nel buio che va dal lungolago a Lazzago con lampioni spenti ormai da diversi giorni, come denunciano i lettori.

Partendo dalla zona a lago, la passeggiata Gelpi che va da Villa Olmo fino all’hangar è completamente avvolta nelle tenebre ormai da diversi giorni. La quasi totalità dei lampioni è fuori uso: da quelli nel belvedere a ridosso della villa e, via via, fino a arrivare verso il centro. Pensare di fare una passeggiata o una corsa a tarda sera è una follia, visto che a meno di utilizzare una torcia non si vede nemmeno la pavimentazione appena cala il sole e fa buio. Dal fine settimana, poi, la situazione è anche peggiorata visto il cambio dell’ora.

Un lettore segnala che via Borgovico, tra la media Foscolo e la chiesa di San Salvatore ha diversi lampioni spenti. In questo caso erano già state fatte anche dall’amministrazione comunale segnalazioni Enel Sole, ma evidentemente la situazione non è stata risolta o, più probabilmente, si è riproposto il guasto. Proprio in quella via, infatti, sono stati diversi gli interventi della società proprietaria di buona parte dei lampioni della città, ma il problema ha continuato a ripresentarsi. Alcune lampade spente sono poi segnalate all’inizio di via Grandi e in piazza Santa Teresa. Spostandosi più in periferia e, più precisamente, a Lazzago, l’ingresso in autostrada è completamente al buio. Un altro lettore segnala che «i quattro piloni che dovrebbero illuminare a giorno l’ingresso dell’autostrada di Como Centro sono completamente spenti» e lamenta di aver fatto già diverse segnalazioni, rimaste però senza esito.

L’intera rotatoria di Lazzago, dove passano migliaia di auto sia nel tardo pomeriggio che durante la notte e la mattina quando ancora non c’è il sole, è senza illuminazione (ad eccezione dei fari delle auto) e molto pericolosa. Problemi di visibilità, sia per alcune lampade malfunzionanti che per la presenza di vegetazione che riduce pesantemente il fascio luminoso, sono segnalati ormai da tempo in via Per San Fermo, strada già rischiosa a causa della conformazione a curve e con un calibro ridotto.

Dal Comune hanno avviato da tempo una trattativa per riscattare gli oltre 9mila impianti di Enel Sole che arriverà a conclusione entro la fine dell’anno o con un accordo oppure attraverso l’esproprio da parte dell’amministrazione. Successivamente verrà bandita una gara per assegnare la completa sostituzione degli impianti con tecnologia led e la loro gestione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA