Villa Aprica, un nuovo progetto  Ospedale più ampio e moderno
L’ingresso della clinica, in via Castel Carnasino

Villa Aprica, un nuovo progetto

Ospedale più ampio e moderno

La clinica Villa Aprica vuole ampliarsi ancora. L’istituto di via Castel Carnasino ha presentato in Comune un nuovo progetto di riqualificazione, dopo quello appena concluso di recente.

La clinica Villa Aprica vuole ampliarsi ancora. L’istituto di via Castel Carnasino ha presentato in Comune un nuovo progetto di riqualificazione, dopo quello appena concluso di recente. Questa volta si tratta di un corposo intervento alla palazzina, proprio all’altezza dell’accesso alla struttura, con la possibilità di trovare nell’edificio principale lo spazio per dei nuovi repart

Si tratta del secondo lotto di un maxi progetto. Con il primo Villa Aprica aveva inaugurato 105 nuovi parcheggi per la sosta delle auto nel settembre del 2018, dentro a un autosilo che era atteso da tempo dal personale e dai pazienti della clinica comasca.

Nello stesso anno, poche settimane dopo, Villa Aprica ha aperto delle nuove aree per la degenza e nuove sale operatorie. Già allora, spiegavano i vertici dell’ospedale - che fa parte del gruppo San Donato - il disegno complessivo era ben più ambizioso.

«Il nostro istituto ha presentato al Comune un progetto preliminare che riguarda la ristrutturazione del secondo lotto funzionale dell’ospedale – spiega Pasquale Farina, direttore sanitario di Villa Aprica – È previsto il completamento dei lavori di ampliamento e ammodernamento della struttura. Il piano è stato presentato allo scopo di ricevere un parere preventivo da parte del Comune stesso e della commissione per il paesaggio. Siamo quindi in attesa di una loro valutazione per procedere alla stesura del progetto definitivo e seguire l’iter per ottenere le dovute approvazioni da parte del Comune».

Il cammino verso l’apertura dei cantieri non è dunque immediato, il primo passo concreto è però stato compiuto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA