Ztl di Como, via alle multe  Ma non a chi sfora l’orario del pass
Le telecamere di via Rodari

Ztl di Como, via alle multe

Ma non a chi sfora l’orario del pass

Da lunedì dopo le fasi di prova scattano le sanzioni:niente rilevazione in uscita per i residenti senza posto

Anni dopo l’installazione e con un maxi ritardo accumulato, da lunedì scatta la mano pesante dell’amministrazione comunale con l’avvio delle multe per chi entra abusivamente in centro storico (piazza Roma inclusa) e per chi entra o esce al di fuori degli orari consentiti sui pass.

Congelata, invece, per il momento la rilevazione del tempo di permanenza in città murata che avrebbe dovuto essere la novità principale del nuovo sistema di controlli. Il motivo sta nella necessità di modificare il regolamento poiché le norme, per semplificare, non consentono a un’amministrazione di rilevare il tempo di permanenza esatto in un determinato luogo per questioni di privacy. Il Comune adotterà, quindi, la procedura inversa vietando l’accesso a tutti i residenti senza posto auto e stornando poi coloro che usciranno entro i 45 minuti. Una questione che dovrà essere risolta attraverso il regolamento e, quindi, ci vorrà ancora qualche mese tra predisposizione, passaggio in commissione e arrivo in consiglio comunale.

Nel frattempo, come detto, da lunedì non ci saranno più sconti. Multe a chi passa sotto le telecamere di via Rodari diretto in piazza Roma o in via Grassi verso via Garibaldi. Gli altri accessi alla città murata sono rimasti invariati: via Cinque Giornate, via Diaz, via Carducci, via Indipendenza, via Dell’Annunciata, via Cairoli, via Garibaldi. Dovrà essere rimosso quello in via Florio da Bontà poiché non ha più utilità in quanto già inglobato nella zona a traffico limitato e il suo addio segnerà anche la fine lavori iniziati più di due anni fa.

Le sanzioni se per ora non arriveranno ai residenti che sforano l’orario di permanenza (ma i vigili in carne ed ossa potranno comunque multare, essendoci l’obbligo di esposizione del disco orario e, quindi, in quel caso non ci sono limitazioni alla sanzione “reale”), ma regolamenteranno invece gli orari di accesso dei furgoni e del carico e scarico dei negozi: chi sarà pizzicato ad entrare o uscire fuori dalle fasce orarie consentite riceverà la multa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA