Giovedì 06 Maggio 2010

Vasco diventa editore
di rivista "comasca"

di Laura Di Corcia
«Spinoza diceva che chi detiene il potere ha sempre bisogno che le persone siano affette da tristezza: noi siamo qui per darvi un po' di gioia», firmato Vasco Rossi. Si aprirà con il suo editoriale il nuovo numero di «Satisfiction», la rivista letteraria fondata e diretta dal comasco Gian Paolo Serino, (disponibile gratuitamente nelle librerie Feltrinelli e Fnac, nelle librerie Arion, Coop e Mondadori oltre che nelle migliori librerie indipendenti; per maggiori informazioni consultare il sito www.satisfiction.it) che per quest'anno potrà contare sull'appoggio economico e mediatico di una delle rockstar più famose d'Italia. «Ho conosciuto Vasco una ventina d'anni fa – spiega Serino, critico letterario che collabora con diverse testate nazionali, fra cui il Riformista, Repubblica e Il Giornale – gli avevo mandato un fax e a poco a poco è nata un'amicizia. Con lui condivido il gusto per la vita spericolata». Sarà: noi pensavamo che il rock facesse un po' a cazzotti con i momenti più distesi e a volte cupi della letteratura. «Vasco è un gran lettore – ci racconta invece Serino – non appena ha sentito la mia proposta, si è interessato alla cosa. Si possono spendere tante parole sulla cultura, ma per incentivarla ci vogliono i soldi». Quanti? La domanda è legittima, così come la cifra: per i quattro numeri della rivista Vasco dovrà impegnare 50 mila euro. «Mi fa piacere che sul mio sito si parli di attualità e cose importanti. Serino mi piace un casino e condivido tutto quello che scrive», ha dichiarato Vasco in un video disponibile su Youtube. «Prima eravamo amici di mail, mi scriveva provocandomi e io gli rispondevo». Parlavamo di appoggio mediatico, e non a caso: difatti la rockstar si è impegnata a pubblicizzare la rivista anche sulla sua pagina Facebook, che conta più di un milione di adesioni. «Un editore spericolato, soddisfatto o rimborsato», così è stato definito Vasco dallo stesso Serino, in riferimento ad uno degli esperimenti più innovativi della rivista: quello di invitare, attraverso le recensioni, alla lettura di libri di cui si promette il rimborso del costo di copertina, qualora il testo dovesse risultare per qualche motivo deludente.

v.fisogni

© riproduzione riservata

Tags