Venerdì 18 Giugno 2010

Nasce "Riva Romantica"
e il lago comincia a suonare

C'è una nuova rassegna che riempirà le serate lariane. È il Festival Musicale Riva Romantica ed è stata presentata ieri, con la direzione artistica di Sergio Zampetti. L'obiettivo del festival è di identificare non solo i valori artistici, ma anche i valori culturali dei luoghi che ospitano la manifestazione: Moltrasio, Carate Urio, Laglio e Brienno, tutti facenti parte dell'Unione Lombarda Lario di Ponente.
La pregevole iniziativa non è solo rivolta ai turisti, ma anche ai residenti e vuol propiziare occasioni per conoscere i nostri luoghi amabili o per apprezzarli nuovamente. Il programma prenderà il via domani con il concerto d'apertura, alle 21, nella chiesa di S. Agata a Moltrasio con il flautista Sergio Zampetti (nella foto ndr) e i Salzburger Solisten (Lux Leskowitz, violino; Elena Issenkova, viola; Uwe Hirth-Schmidt, violoncello). In programma la Serenata op. 25 per flauto, violino e viola di Beethoven. Il violinista suonerà un prezioso Stradivari.
Il secondo concerto avrà luogo domenica 4 luglio (ore 21) nella Località Riva di Urio. Protagonista il Quartetto Kletz costituito da Stefano Martini (violino), Matteo Salerno (flauto), Egidio Collini (chitarra) e Francesco Giampaoli (contrabbasso) che propongono un programma estremamente vario, una sorta di "musica di confine".
Due esecutori sono infatti di estrazione classica, mentre due derivano da esperienze della musica jazz e popolare. Il terzo concerto (domenica 18 luglio, ore 17) si terrà a Laglio nel Relais Regina Teodolinda con un duo insolito: Sergio Zampetti al flauto e Luigi Verrini alla chitarra. Verranno eseguiti brani brevi, ma di facile e immediato ascolto, di Scarlatti, Beethoven, Bohem, Molino, Mendelssohn, Tarrega, Telemann, Gossec, Ravel e Morlacchi. La conclusione il 1 agosto (ore 21) nel Nuovo Giardino Panoramico a Brienno con il soprano Paola Sanguinetti, all'arpa da Davide Burani. Tutti i concerti sono a ingresso libero con degustazione di prodotti tipici.
Alberto Cima

c.colmegna

© riproduzione riservata