Sabato 22 Gennaio 2011

Alogna: "Sento il dovere di divulgare
musica bella ma poco eseguita"

Domenica 23 gennaio in Teatro Sociale, ore 20,45, torneranno a Como il violinista Davide Alogna e il pianista Christian Leotta, due eccellenze musicali cresciute al Conservatorio di Como. Il programma è  articolato: brani solistici e in duo con musiche di Mozart, Beethoven e Prokofiev. Dopo il felicissimo esito del concerto al Sociale per il centenario del Carducci, incontriamo Davide Alogna che ci racconta le sue ultime esperienze in giro per il mondo.
Cosa suonerà al concerto al Sociale?
Io suonerò l'impegativa ma appagante Sonata op. 11 di Prokofiev e, con Christian Leotta, la Sonata Primavera di Beethoven. Per me la giornata sarà molto pesante perché al mattino dello stesso giorno sarò a Firenze, solista e spalla dell'orchestra Agimus, diretta da Carlo Volpini, con esecuzione di musiche di Barber, Hass, Shostakovitch, Williams, in occasione della Giornata della Memoria, concerto che sarà replicato a Torino il 27.
Altri progetti in corso?
Ho appena finito di incidere un cd  commissionato dalla Citè Universitaire di Parigi dopo aver vinto il primo premio al concorso solistico Prix d'interpretation musicale. Il disco, prodotto da Phoenis Classics, sarà distribuito da Sony in tutto il mondo. In tale occasione ho suonato con il duo di chitarre Marco e Stefano Bonfanti che stimo molto e ritengo affini al mio modo di intendere la musica. Interessante e stimolante è stata la ricerca di equilibri timbrici particolari tra strumenti così diversi. Certo, questo cd è una rarità, ma sento il dovere di far conoscere al pubblico bella musica poco eseguita. Il contenuto è un florilegio di autori diversi come stili ed epoche: De Falla, Paganini, Piazzolla...
E per il futuro quali iniziative ha in serbo?
Appena uscito il disco si farà, in aprile, una  tournée in Italia, Francia e Spagna. È il mio terzo cd da solista, ma rispetto ai primi due, registrazioni “live” in grandi teatri e con orchestra, questo possiede una dimensione più intima, meditata, avendo avuto a disposizione  tempi rilassati: più musica da camera, insomma. Il prossimo progetto discografico sarà sicuramente dedicato all'opera di Respighi per duo violino- pianoforte. Al momento non voglio indicare il nome del pianista che  sarà un grandissimo musicista, di fama mondiale...

Maria Terraneo Fonticoli

b.faverio

© riproduzione riservata

Tags