Addio a Lucia, maestra
di danza delle comasche

E' morta la celebre ballerina classica, per decenni a capo della scuola di danza classica Club Esperia 1919. Ultraottantenne, era attesa giovedì a uno spettacolo di balletto, al Teatro Sociale.

Addio a Lucia, maestra di danza delle comasche
di Gigliola Foglia


E' volata via in punta di piedi, quasi danzando come ha vissuto, la signora Lucia Cecchini Galloni, indimenticata ballerina classica e insegnante. Da tempo lottava con una malattia affrontata come sempre con grande discrezione e signorilità, tanto che neppure le più care allieve di un tempo ne erano a conoscenza.
Tra le poche insegnanti a
fregiarsi del Diploma dell'Accademia Nazionale di Danza di Roma, riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione, come ballerina partecipò a vari festival e perfino alla prima trasmissione RAI sulla danza con il gruppo di Ugo Dell'Ara. Negli anni '60 fonda a Milano la scuola di danza della Famiglia Meneghina, mentre a Como dirigerà la scuola di danza classica Club Esperia 1919 (in via Diaz, dove ora c'è una pizzeria alla moda). Ormai quasi ottantacinquenne, dirigeva ancora la scuola di danza Borgo Insigne di San Colombano al Lambro, prestandosi per molti spettacoli a scopo benefico e per gli eventi di teatro e danza del Palio di San Colombano, dove tuttora eseguiva personalmente danze medievali e rinascimentali. Alternava armoniosamente l'attività di insegnante a quella altrettanto amata di moglie, mamma e nonna felice.
Era attesa per giovedi prossimo, 17 febbraio, al Teatro Sociale di Como dove avrebbe assistito al balletto "Notte Trasfigurata" interpretato dalla danzatrice scaligera Gilda Gelati su coreografie di Simonetta Manara Schiavetti, che fu una delle allieve 'storiche' della signora Lucia (così la chiamavano ancora tutte le ex allieve) presso il Club Esperia di Como.
Le esequie si terranno sabato 12 febbraio alle 10 a San Colombano.


© RIPRODUZIONE RISERVATA