Lunedì 06 Giugno 2011

La Milanesiana al via
tra "Bugie e verita'"

Cinque premi Nobel, un premio Oscar, un Pulitzer e molti altri laureati. Sono i principali tra i 140 ospiti internazionali della Milanesiana. La manifestazione culturale diretta da Elisabetta Sgarbi si ripresenta per la dodicesima edizione con un parterre di prestigio e il tema forte Bugie e verità. Tante le conferme, con volti già conosciuti dal pubblico della rassegna, e alcune novità. Una di queste è l'apertura, oltre a letteratura, musica, cinema, scienza, arte e filosofia, ai videogiochi. La Milanesiana durerà di più, dal 26 giugno al 12 luglio, e prevede alcuni eventi a Torino. L'apertura sarà dedicata all'Africa, con una particolare attenzione alla “primavera araba” e alle rivolte degli ultimi mesi. Tra i relatori gli scrittori nigeriani Wole Soyinka e Ben Okri, Tahar Ben Jelloun e il regista tunisino che presenterà il suo film del 2005 Bab'Aziz-Le prince qui contemplait son âme. Saranno ben trentacinque gli appuntamenti (informazioni milanesiana@ipomeriggi.it, 02/87905232) suddivisi tra nove sedi, dal Teatro Dal Verme allo Spazio Oberdan alla sala Buzzati del Corriere della Sera e in diversi momenti della giornata, dagli aperitivi musical letterari delle 12 alle serate. Tre i premi che saranno consegnati dalla Sgarbi. Omaggio al maestro a un grande nome del cinema sarà assegnato il 28 giugno a Ettore Scola, 80 anni compiuti da poco, che presenterà Una giornata particolare (1977) e converserà con Alain Elkann. Il premio letterario Fernanda Pivano andrà allo scrittore Michael Cunningham, noto per Le ore e La casa alla fine del mondo. La Rosa d'oro a due letterati della Mitteleuropa quali Claudio Magris e la romeno-tedesca Herta Muller, premio Nobel per la letteratura 2009. Altri Nobel presenti a Milano saranno il fisico russo Konstantin Novoselov e gli scrittori John Cotzee e Gao Xingjian. Tra gli italiani si va dagli scrittori Umberto Eco e Antonio Pennacchi ai registi Mario Martone (Noi credevamo) e Giuseppe Tornatore agli attori Toni Servillo e Anna Bonaiuto, i cantanti Shel Shapiro, Manuel Agnelli, Morgan e Roberto Vecchioni (in veste di scrittore). Uno dei momenti più significativi sarà la presenza del regista polacco-americano Jerzy Skolimowski che presenterà il suo Essential Killing che ha ricevuto il premio speciale della giuria all'ultima Mostra del cinema di Venezia. Tra le curiosità Il piccolo principe letto da Fabrizio Gifuni e Sonia Bergamasco.
Nicola Falcinella

c.colmegna

© riproduzione riservata

Tags