Lunedì 24 Ottobre 2011

Comasca ai Soliti ignoti
La lanciò in tv Celentano

Ha debuttato nel mondo della moda e del cinema a un'età che solitamente per le modelle e le attrici coincide con il viale del tramonto. Adesso un'altra svolta, ovvero lo sbarco su Raiuno - martedì 25 ottobre - nella popolare trasmissione “Soliti ignoti-Identità nascoste” condotta in prima serata da Fabrizio Frizzi.
Non finisce di sorprendere la comasca Patrizia Tenti Mossi, classe 1948, da quando ha accettato (quasi per scherzo) di fare un provino.
Per cinque anni è stata impegnata nella produzione del soap record di ascolti “Vivere” (girata in gran parte a Como, andata in onda su Canale 5, ininterrottamente dal 1999 al 2008, ndr), poi è stata chiamata a fare la  controfigura di Sofia Loren nel film "Francesca e Annunziata", per la regia di Lina Wertmuller. Quindi, altri set vicino a protagonisti del calibro di Massimo Ranieri,Virna Lisi, Antonio Banderas. Fino a diventare  volto della pubblicità in campagne di noti marchi internazionali. Tutti personaggi molto diversi che l'hanno divertita molto. Per la signora Mossi Tenti quello su Raiuno è un ritorno: nel 2001, infatti, fu tra i protagonisti - in un cameo - dello show in prima serata di Adriano Celentano (si trattava di "25 milioni di caz...ate", ndr). Adesso sarà di nuovo sul piccolo schermo, in un ruolo che definisce  un “piccolo segreto”.
«Sono giudice internazionale di motonautica» rivela la Tenti dalla Sardegna, dove sta trascorrendo una breve vacanza. «Sono stata chiamata dalla Rai in quanto avevano in archivio il mio composit corredato da una serie di domande sulla vita privata, e fra queste, c'era la mia passione per la motonautica. È arrivata la telefonata,  appena i produttori di “Soliti ignoti” hanno visto che avevo frequentato un corso per diventare giudice di gara, superando i relativi esami». Questa volta l'affascinate signora dovrà immedesimarsi solo in se stessa, cosa che non ha mai fatto prima.
«Forse la parte più difficile e intrigante - fa sapere - Ora però devo concentrarmi su un impegno ben più importante: sto organizzando un spettacolo per raccogliere fondi a favore dell'Associazione Italiana Sclerosi Multipla. Il prossimo 19 novembre, andrà in scena al Sociale la rivisitazione del musical "We are the Champion”, celebre successo dei “Queen”. Il ricavato verrà interamente destinato alla ricerca sulle cellule staminali».

v.fisogni

© riproduzione riservata

Tags