Lunedì 19 Dicembre 2011

Nel kolossal "Prometheus"
c'è un ingegnere comasco

di Andrea Giordano

Come un puzzle che lentamente si sta componendo. Ecco quello che sta succedendo per l'atteso nuovo progetto di Ridley Scott, "Prometheus", in uscita nel 2012, con un cast che comprende Charlize Theron, Michael Fassbender, Noomi Rapace e Ben Foster. Lo stesso regista, in un intervento al "ComicCon" di San Diego, in diretta dal set islandese lo scorso luglio, aveva in ogni modo anticipato qualcosa, parlando soprattutto di quanto lavoro si stia in effetti facendo a livello di grafica, in particolare di 3D, una delle caratteristiche fondamentali di questo nuovo, prestigioso progetto.
E dietro alla cura degli effetti speciali ci sarà ancora un lombardo: Daniele Bigi, lighting supervisor comasco, da anni "emigrato" all'estero a lavorare in grossi studios d'animazione, prima negli Stati Uniti ad Atlanta, poi a Berlino, fino a sbarcare in Inghilterra alla Framestore prima e dal settembre 2008 nella prestigiosa Moving Picture Company di Londra. Un passato recente già ricco di lavori importanti, da "Le Cronache di Narnia: il principe Caspian" all'ultimo "X Men - L'inizio", fino ad arrivare appunto a "Prometheus".

v.fisogni

© riproduzione riservata

Tags