Sabato 11 Febbraio 2012

Jessica, star della lirica
La dirige Gianni Amelio

di Giancarlo Arnaboldi

Gran debutto di Jessica Pratt in "Lucia di Lammermoor" nell'elegante cornice del "San Carlo" di Napoli, il teatro d'opera più antico d'Europa. La nostra concittadina, di origine australiana, poco più che trentenne, ha così modo di farsi apprezzare anche da un pubblico particolarmente sensibile belcanto, la sua magnifica interpretazione del personaggio donizettiano.
Ruolo nel quale ha debuttato, proprio al Teatro Sociale di Como, nella stagione 2007-2008, e che le servì da trampolino di lancio per la sua sfolgorante carriera. Un'ascesa continua che l'ha portata prima al Covent Garden di Londra, poi al Teatro alla Scala e quindi, lo scorso 1° gennaio, al Capodanno in Eurovisione dal palcoscenico della Fenice di Venezia. Lussuoso l'allestimento che la vede protagonista fino al 18 febbraio, con la direzione d'orchestra affidato a Nello Santi, esperto interprete del repertorio protoromantico italiano, e la regia di Gianni Amelio, celebre cineasta di "Porte aperte", "Lamerica", il "Ladro di bambini". Molto fedele al libretto di Gaetano Donizetti, la regia, secondo la stessa Pratti, è «rispettosa della musica e dell'esigenza dei cantanti». Fra i due tenori che l'affiancheranno, Jessica ha parole di grande ammirazione per il giovanissimo Ismaele Jordi.

v.fisogni

© riproduzione riservata

Tags