Domenica 01 Aprile 2012

Il festival di Chiasso
batte il Salone del libro

di Laura Di Corcia

Si aprirà stasera, con uno spettacolo inedito del ticinese Alberto Nessi (ore 17.30, Cinema Teatro) il Festival ChiassoLetteraria, che propone autori quali Marcello Fois, Qui Xialong, Marc Augé e Tahar Ben Jelloun, giocando in anticipo rispetto al Salone del Libro di Torino, dove molti degli invitati andranno a presentare un'opera.
Un'occasione unica, questa offerta dalla cittadina svizzera di Chiasso, per assistere ad anteprime fresche e interessanti. Da sempre il Festival ha proposto non solo incontri con gli autori, ma anche concerti e spettacoli, trovando di edizione in edizione un tema principale per accomunare i vari appuntamenti; quest'anno è stata scelta la notte, motivo per cui, come riferisce Nessi, si è scelto di rappresentare il suo dramma, intitolato “Prima di notte” e messo in scena dalla compagnia luganese “Teatro d'Emergenza”, diretta da Luca Spadaro. «Al centro del mio testo c'è il tema del radicamento e dello sradicamento - spiega l'autore - I personaggi sono due. Il dichiarante e lo zoppo». Il dichiarante, precisa l'autore «tornato nei luoghi della giovinezza, non è riconosciuto da nessuno e comincia a dubitare del suo passato. Alla fine del dramma lascia il suo paese e si avvia per andarsene in Oriente; ma anche lì capisce che il suo desiderio di evasione è destinato a fallire». Lo zoppo, invece, soffre perché non sa vivere la sua vita in maniera piena e autonoma; vive di riflesso e potrebbe rappresentare il poeta che rinuncia a vivere per esprimere la vita. «Il suo zoppicamento - conclude Nessi - è la metafora del vivere incompleto: ma il personaggio si realizza nell'espressione e raggiunge una sua saggezza».
Dopo lo spettacolo, avrà luogo il finissage della mostra "Tabacco e Arte" (ore 20.30, Sala Diego Chiesa, Chiasso): sarà sempre Alberto Nessi il protagonista della serata, dal momento che, per ricordare la giornata del primo maggio, lui stesso leggerà un suo racconto sulle sigaraie di inizio secolo a Chiasso, accompagnato dallo schiacciapensieri Anton Bruin. Dopo questi due eventi, che sono una sorta di anteprima, partiranno gli incontri con gli scrittori. Il 4 maggio, alle ore 18.15 allo Spazio Officina di Chiasso, il francesista Giuseppe Scaraffia, autore del recente “Le signore della notte. Storie di prostitute, artisti e scrittori” (Mondadori), porterà il pubblico nel cuore della notte maledetta di fine Ottocento. Sabato sarà ricchissimo: Fois, Xialong, la Arslan e Marc Augè. Domenica segnaliamo Maurizio Maggiani, il giovane Giuseppe Culicchia e Tahar Ben Jelloun.

v.fisogni

© riproduzione riservata

Tags