Mercoledì 27 Giugno 2012

Paolo Fresu & LaBottega
Grande jazz a Campione

CAMPIONE D'ITALIA Paolo Fresu, uno dei più apprezzati trombettisti italiani è l'ospite d'onore di questa serata della rassegna "Un'estate da... Campione": il musicista sardo sarà sul palco del piazzale Maestri Campionesi alle 21.30 assieme a LaBottega di Claudio Pontiggia (evento gratuito). Artista conosciuto non solo in Italia, ma in Europa e nel mondo, Fresu non ha bisogno di presentazioni. Basti dire che il suo eclettismo lo ha portato a realizzare, nei soli primi sei mesi di quest'anno, ben quattro nuovi album, tutti con progetti differenti.
UN POKER DI DISCHI
 "Alma", con Omar Sosa e Jacques Morelenbaum, guarda ai ritmi afrocubani, "Nidi di note", concepito con la moglie Sonia Peana,  è indirizzato ai piccolissimi per portarli a contatto con la musica, che si ricollega idealmente al progetto "Bonne nuit" di Diego Baiardi e Antonio Crepax dedicato alle ninne nanne da tutto il mondo. Forse l'opera recente più strabiliante, per chi ha sempre visto in Fresu l'erede italiano del Miles Davis più "colto" è l'integrale rivisitazione filologiga di "Birth of the cool", una delle pietre angolari della storia del jazz, proseguendo un discorso sul grande trombettista americano iniziato dall'ormai leggendaria versione di "Porgy & Bess".
50 ANNI SUONATI
E non è finita: l'anno scorso Paolo ha compiuto 50 anni (li ha festeggiati con cinquanta concerti): l'occasione viene ricordata e festeggiata anche da l'Espresso con una collana intitolata proprio "!50" cui seguiranno un libro / diario delle performance edito da Feltrinelli, un catalogo fotografico con le immagini di Gianfranco Mura e anche un dvd. Purtroppo anche un sardo tosto come lui, ogni tanto deve soccombere a qualche scherzo della salute e così, per un fastidioso problema a un polmone, è stato costretto ad annullare qualche data. Ma pochi giorni fa lo stesso Fresu, tramite il suo sito, ha rassicurato gli estimatori: "Dal punto di vista della mia salute le cose vanno meglio e il mio fisico si sta riprendendo anche se devo stare sempre attento allo stato del mio polmone, agli sforzi fisici e soprattutto agli sbalzi di temperatura e alla vera nemica: l'aria condizionata. Il mio medico mi consiglia, dalla prossima settimana, di riprendere lentamente e con concerti poco faticosi e isolati". L'impegno con i professionisti chiamati dall'amico Pontiggia corrisponde assolutamente al jazz prescritto all'artista isolano: grazie ai ragazzi de Labottega Alan Rusconi (sax soprano), Claudio Piacente (sax tenore), Davide Paterlini (sax tenore), Fabrizio "Bix" Pontiggia (tromba e flicorno), Donato Matola (chitarra), Giuliano Ros (basso elettrico), Alessandro Nespoli (batteria), Gregorio Di Trapani (percussioni) e Irene Ferrarese (arpa), Fresu può andare sul sicuro reduce dall'appuntamento di ieri sera nella sua Berchidda, dedicato a Fabrizio De André e Lucio Dalla.
Alessio Brunialti

a.cavalcanti

© riproduzione riservata

Tags