Mercoledì 13 Maggio 2009

Rigoletto a seno nudo,
ma non in stile Cristina

di Sara Cerrato

Il «Rigoletto» di Verdi avrà le proprie dame-ninfe, alla corte rinascimentale dei Gonzaga. Donne giovani, belle e soprattutto disposte a recitare a seno nudo nell’allestimento di belcanto che andrà in scena, il 4 e 7 luglio, durante il Festival Como Città della Musica. Il 13 maggio, si sono infine svolti i provini organizzati da Teatro Sociale-Aslico per trovare i figuranti da impiegare appunto in «Rigoletto» ma anche in un’altra opera: «La Bohéme» di Puccini che aprirà la stagione 2009/10 del Sociale di Como. Si sono presentate circa novanta persone, a metà tra uomini e donne, per sostenere le prove disposte dal regista Ivan Stefanutti che dirige entrambe le messinscene. La curiosità era soprattutto per le giovani che si candidavano per il ruolo delle "cortigiane" avvenenti e seducenti. Il regista ha esaminato tutte le ragazze che in scena erano rigorosamente vestite e che si sono cimentate in un gioco di inseguimenti e fughe con dei giovani che interpretavano dei fauni. Le fanciulle che si sono presentate provengono dal nostro territorio e hanno tra i venti e i venticinque anni. Sono belle ma non eccessivamente prosperose (non passa il modello Cristina Del Basso, per intenderci). Non sono nemmeno delle habituée del palcoscenico, ma hanno deciso di partecipare a questo "gioco" tra teatro e musica per divertimento, per un’esperienza nuova e forse un pizzico di visibilità. Soddisfatti regista e organizzatori che hanno individuato tutti i figuranti necessari.

v.fisogni

© riproduzione riservata

Tags