Sabato 13 Giugno 2009

Piccolo mondo antico
mai così attuale...

di Sara Cerrato

Una “competizione di parole” dedicata ad un grande scrittore, alla cui sensibilità e alle cui opere, legano suggestive atmosfere lacustri tra Ottocento e Novecento. È questo il Premio Antonio Fogazzaro 2009, giunto alla sua seconda edizione e in questi giorni al via. Si tratta di un premio letterario che vuole essere profondamente radicato nei luoghi cui l’autore di «Piccolo mondo antico» e di «Malombra» si ispirò. L’idea di Alberto Buscaglia, regista e sceneggiatore che ha progettato il premio, ha già ottenuto riscontri nella prima edizione del 2008 e quest’anno si rilancia il sogno di premiare i racconti che abbiano un legame, più o meno diretto e intenso, con il patrimonio culturale e naturale del territori dei Laghi, del Ticino e delle montagne di confine tra Italia e Svizzera. Un patrimonio non solo paesaggistico ma anche storico e culturale. Tema del concorso di quest’anno è «Frontiere e oltre», per parlare di confini, fisici e non, che, oggi più che mai, segnano le nostre esistenze, individuali e collettive. Due le sezioni: Adulti e Ragazzi. Sono stati ammessi racconti in lingua italiana, inediti e mai apparsi o pubblicati nel web, scritti sia da nuovi adepti dell’arte dello scrivere che da professionisti. In queste settimane poi, la selezione dei finalisti e dei vincitori del premio sarà accompagnata da una serie di manifestazioni e di spettacoli che coinvolgeranno un pubblico vasto e non solo di addetti ai lavori. È per esempio il caso dello spettacolo «Operamobile» che si tiene il 14 giugno alle 21, a Valsolda – San Mamete, in piazza Roma. Va in scena un allestimento divertente, basato su celebri arie d’opere. Si tratta di un allestimento di Antonio Vergamini con le cantanti Teresa Larraga e Caroline Neligan e il fisarmonicista e narratore Oliver Forel. Questo come gli altri spettacoli che verranno propositi nei week end, in questo avvicinamento alla finale, si collocano nei luoghi suggestivi e carichi di storia che hanno ispirato le vicende e i personaggi della letteratura fogazzariana. Inoltre saranno organizzate delle «Cene con l’autore», appuntamenti a cena con scrittori famosi. Il Premio Fogazzaro 2009 vedrà la sua chiusura l’11 luglio, a Grandola e Uniti - Villa Camozzi, a partire dalle 20.30. Verranno premiati i tre vincitori delle due sezioni del concorso e la serata sarà animata da uno spettacolo dal titolo «Prevert mon ami - Mosaico di poesie canzoni collage cinema pensieri» di Jacques Prévert – con l’attore Mario Cei e Alessandro Sironi al pianoforte. La giuria è presieduta da Giuseppe Curonici e vede tra i giurati anche lo scrittore Andrea Vitali. Info: www.premioantoniofogazzaro.it.

v.fisogni

© riproduzione riservata

Tags