Domenica 19 Luglio 2009

Simone, concerto tutto rock ed energia: da ricordare

Doveva essere il concerto della vita ed è stato il concerto della vita, anzi, della nuova vita artistica di Simone: l’artista comasco ha letteralmente catturato migliaia di persone in piazza Cavour sabato sera, 18 luglio.
Nonostante il vento che rischiava di far saltare (anche fisicamente) tutto, nonostante i danni della notte precedente al palco con l’impianto acustico e quello luci ridotti all’essenziale, niente avrebbe potuto fermare la grinta di questo rocker ha davvero dato il massimo con la sua nuova band composta interamente da talenti locali: Riccardo Di Filippo e Antonio Princiotta alle chitarre, Marco Santarelli alle tastiere, Umberto Olgiati al basso e Edo Sala alla batteria, mentre arriva da Brescia Sara Rossi, giovane cantante che Tomassini sta seguendo e a cui ha regalato un brano, Gioco maledetto cantata in un’apertura di serata, in ritardo, ma, visti i risultati, è valsa la pena aspettare. Momenti di commozione con la dedica di Quando sei ragazzo all’amico Stefano Borgonovo, di tenerezza con Abbi cura di te per nonna Antonietta, per la prima volta a un concerto del nipote. Tra i pezzi più applauditi oltre a hit come È stato tanto tempo fa e Il mondo che non c’è anche una strepitosa versione di In questo mondo di ladri di Antonello Venditti, furiosa, trascinante e rock. L’evento di Es.Co., la rassegna di concerti del comune di Como curata da Nerolidio Planet Music, ha richiamato fan da tutta Italia: da Palermo, Napoli, Bari, perfino un paio di pullman organizzati. E dopo una carica di energia così la prossima tappa è il nuovo album.
Al. Br.

c.colmegna

© riproduzione riservata

Tags