«A volte esagero»  Grignani si sente fuori da guai
Gianluca Grignani Gianluca Grignani (Foto by Redazione Sondrio - Edoardo Ceri)

«A volte esagero»

Grignani si sente fuori da guai

Stasera alle 21 tappa del tour agli Arcimboldi

«Mi sento 20 anni, sono un artista scomodo

Userò due chitarre, sono un cantautore elettrico»

Al Festival di Sanremo ha presentato l’intensa ballata “Sogni infranti” e adesso eccolo pronto per un tour che lo vedrà agli Arcimboldi di via dell’Innovazione stasera, alle 21, biglietti da 35 a 45 euro.

Ne sono passati di anni da quella prima esibizione al Festival condotto da Pippo Baudo, esattamente venti, quando Grignani cantava “Destinazione paradiso”. Agli Arcimboldi la canterà, ovviamente, insieme a “La mia storia tra le dita”, due brani che l’hanno lanciato nel mondo della canzone.

“A volte esagero” invece è l’ultimo album che contiene una nutrita serie di ballate dove oltre ai testi si nota un gran lavoro di orchestrazione sonora. Eppure in questo tour l’artista ha preferito presentarsi con una formazione asciutta che comprende Salvatore Cafiero (chitarra), Max Gelsi (basso), Fabio Massimo Colasanti (chitarra) e Diego Scaffidi (batteria)

«Mi sento di avere ancora vent’anni e di aver bisogno di trovare ancora lavoro, sento di vivere in un paese dove manca l’ossigeno, ci sarebbe bisogno di un ricambio generazionale, in questo senso vorrei essere libero di sognare» .

Prossime date a maggio Roma (7), Senigallia (8), Padova (10), Torino (16), Mantova (23).


© RIPRODUZIONE RISERVATA