Aldo Banfi, omaggio speciale:  ritorno a “Crêuza de Mä”
Fabrizio De André

Aldo Banfi, omaggio speciale:

ritorno a “Crêuza de Mä”

Lurago Marinone: questa sera il disco di De André al centro di una particolare riunione musicale

L’ennesimo tributo a Fabrizio De André? Certo! Fatto però con uno dei suoi musicisti originali: Aldo Banfi, rinomato tastierista che ha suonato nel disco “Crêuza de Mä”, ospite speciale assieme al chitarrista Claudio Bazzarri, altro illustre session man, dello spettacolo “Creuza... e dintorni - Omaggio al capolavoro di Fabrizio De André e Mauro Pagani, ed altro”, oggi alle 21 a Lurago Marinone (salone ex cinema, via Risorgimento 1, info e prenotazioni 348-221.5818).

L’idea è come al solito di Marco Borsani, chitarrista comasco veterano degli omaggi in grande stile a tante leggende musicali. Armato di bouzouki, assieme ai suoi Mon Jardin – Luca Galeazzi, Francesca Millefanti, Mauro Berlusconi, Giuseppe Marieni e Nicola Lanni – più Banfi, Marco suonerà nella prima parte il sopracitato capolavoro in dialetto del compianto artista genovese, mentre nella seconda, a cui si unirà Bazzarri, verranno proposti “Megu Megun”, pezzi dall’ “album dell’Indiano”, il singolo “Una Storia Sbagliata”, e altri splendidi ripescaggi come “La Cattiva Strada” e “Khorakhané”. Fabrizio De André è uno dei cantautori a tutt’oggi maggiormente tributati, ma Borsani, fresco dei concerti con Walter Calloni e della lusinghiera collaborazione con Franco Mussida, scongiura il rischio di inflazionamento scegliendo un repertorio meno sfruttato - niente Pescatori, Marinelle o amori perduti - ma soprattutto coinvolgendo alcuni dei primattori nei dischi originali delle star che di volta in volta tributa.
Alessandro Casellato


© RIPRODUZIONE RISERVATA