Colombari e Tedeschi:  così riparte il Fumagalli
Sarà Martina Colombari, con Corrado Tedeschi, ad aprire la stagione del Fumagalli di Cantù

Colombari e Tedeschi:

così riparte il Fumagalli

Teatro. Annunciato il programma della sala canturina: il 20 novembre debutto con “Montagne russe”

Sette spettacoli in abbonamento, a cui si aggiungono eventi speciali. Il tutto con un’attenzione per tutti i gusti. Ecco la Stagione 2019-20 del Teatro Fumagalli di Cantù. Con l’aiuto del main sponsor Rurale ed Artigiana di Cantù, la sala gestita da un gruppo di volontari che fa capo alla Parrocchia di Vighizzolo, propone, anche per questa annata. un cartellone interessante e adatto ad un pubblico che cerca intrattenimento con qualche spunto di riflessione.

Il debutto sarà il 20 novembre, quando, sul palco, saliranno due volti popolarissimi. Martina Colombari e Corrado Tedeschi saranno protagonisti di “Montagne russe”, tratto dal testo di Eric Assous, con la regia di Marco Rampoldi. È una commedia divertente, non priva di risvolti misteriosi, che fa riflettere sul tema dei legami familiari.

Dicembre sarà dedicato ad eventi fuori cartellone. Il primo arriverà il 7, con la bellissima coppia (nella vita e sul palco), formata da Raul Bova e Rocío Muñoz Morales. Saranno in scena con “Love letters”, commedia di A.R. Gurney, con la regia di Veruska Rossi. Si racconta la storia d’amore tra Melina e Andy. Il 21 dicembre, con appuntamento riservato agli abbonati, come evento natalizio, avremo “Genius. Il musical”. La compagnia Le Nuove Proposte di Cirimido insieme ad un’orchestra dal vivo diretta da Luca Galli, presenta una pièce che vuole essere omaggio a Leonardo Da Vinci. Lo spettacolo ha la regia di Paolo Volonté e testi e canzoni originali di Massimo Paltrinieri. Gli organizzatori promettono una vera sorpresa.

Si torna poi alla programmazione regolare, il 15 gennaio, con “Il silenzio grande”. Gli interpreti saranno Massimiliano Gallo, Stefania Rocca e Monica Nappo, diretti da Alessandro Gassmann. L’autore dello spettacolo è lo scrittore napoletano Maurizio De Giovanni che si cimenta con un lavoro per le scene incluso anche nella stagione del Teatro Sociale di Como. Ancora una volta, al centro dell’azione vi è il tema della famiglia che è trattato, con brio anche il 1 febbraio. In programma c’è, infatti, “La Sagra famiglia” di Paolo Cevoli che, con la consueta vis comica ci farà sorridere di piccoli e grandi problemi legati all’istituzione familiare.

La sempre solare Nancy Brilli, il 12 febbraio, si chiederà “A che servono gli uomini?”, commedia di Iaia Fiastri, con la partecipazione di Fioretta Mari. La regia è nientemeno che di Lina Wertmuller. Ancora risate il 21 febbraio con “Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere”, evento speciale cabaret con Debora Villa. Classico dei classici, il 1 marzo, sarà “Il piacere dell’onestà” di Pirandello, interpretato da Gappy Gleijeses e Vanessa Gravina, per la regia di Liliana Cavani, mentre il 2 aprile, ecco al Fumagalli atmosfere da giallo, con “Sherlock Holmes e i delitti di Jack lo squartatore”, interpretato da Giorgio Lupano e Francesco Bonomo con la partecipazione di Rocío Muñoz Morales. Il 18 aprile poi Maurizio Colombi propone “Caveman. L’uomo delle caverne”, altro allestimento rodato. Si ricorda che la biglietteria sarà operativa per il rinnovo dell’abbonamento a partire dal 2 ottobre. Dal 19 tutti i posti non confermati verranno resi liberi. Info: teatrofumagalli.it e 031/733711. I biglietti costano da 36 a 30 euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA