Con uno spettacolo ogni ora cala il sipario sulle “Esperidi”
Gli attori della compagnia teatrale “Il giardino delle ore” protagonista a Ello

Con uno spettacolo ogni ora
cala il sipario sulle “Esperidi”

Galbiate e ElloA Villa Bertarelli dalle 18 “12 parole 7 pentimenti”
Nei boschi di Figina “Milkwood” mentre Ello ospita “La zona Cesarini”

Ultimo giorno a “Il giardino delle Esperidi Festival”. Oggi il programma inizia con la replica a Villa Bertarelli di Galbiate dell’installazione teatrale per 16 spettatori ad appuntamento, prenotazione obbligatoria, di Officina Orsi. “12 parole 7 pentimenti” sarà ogni ora, dalle 18 alle 20, con le sue 2500 ore di registrazioni rubate, carpite, all’insaputa di ignari protagonisti raccolte in un montaggio che ha portato, a posteriori, alle scelta di quattro temi: amore, morte, sesso, denaro.

Alle 18 nei boschi di Figina di Galbiate Eleonora Parrello e Paolo Gherardi presentano “Milkwood”, produzione vincitrice del bando Up_Nea ‘12 promosso da Nudoecrudo Teatro per Etre/ Fondazione Cariplo, ideazione e disegno coreografico Eleonora Parrello, performance site-specific per la quale è obbligatoria la prenotazione.

“Milkwood”, è un’azione performativa site-specific dove il tempo è sospeso in una dimensione intima, che evoca il sogno, la memoria arcaica o la fiaba, come un’evocazione della fiaba Fratello e Sorella dei Fratelli Grimm.

Conclusione della giornata e del festival alle 21 a Ello, in piazza del municipio, con “La zona Cesarini”, una commedia presentata da Il giardino delle ore, regia Simone Severgnini con Antonio Romelli, Filippo Prina, Matteo Castagna, Paolo Grassi. Il titolo è una metafora calcistica, che sottende un riscatto avvenuto a tre fischi quasi giunti, figlia illegittima di un’italianissima arte di arrangiarsi e di tempi regolamentari di sofferenza, sacrificio e contenimento. Con la stessa tenacia, quattro personaggi, logorati dai tempi che sono, si tengono in piedi a vicenda, poggiati al solito tavolino del solito bar, in cui annegare i pensieri e le angosce della vita quotidiana nel tifo sguaiato per la propria squadra di calcio.

“La zona Cesarini” è una commedia dolceamara, un - non troppo - tacito tributo alle pietre miliari della storia cinematografica italiana posate da maestri immortali quali, ad esempio, Mario Monicelli e Totò.

Botteghino: “12 parole 7 pentimenti” ingresso unico 15 euro; gli altri spettacoli a seguire intero 10 e ridotto 8 euro. Info e prenotazioni ScarlattineTeatro_Campsirago Residenza +390399276070 e [email protected] .


© RIPRODUZIONE RISERVATA