Venerdì 16 Gennaio 2009

Dapporto a Saronno con Goldoni
"Vi faccio ridere, al doppio"

Ritmo, vivacità, un umorismo bonario che riporta Goldoni a un’interpretazione non intellettualistica ma più schietta.  Ecco lo spettacolo I due gemelli veneziani, in scena il 17 gennaio, alle 21 ma anche il 18, alle 15.30 e alle 21, al teatro Giuditta Pasta di Saronno. La messinscena che ha la regia di Antonio Calenda , vede protagonista un volto popolarissimo a teatro come  in tv, Massimo Dapporto.
Dapporto, eccola ancora in scena con un classico. Le piace mettersi alla prova con testi di sostanza?
I classici sono testi che appagano il pubblico e anche chi sta sulla scena. Per questo mi piacciono. C’è da dire, poi, che il teatro italiano è un po’ chiuso sui soliti dieci titoli. Il problema è soprattutto del teatro pubblico, che, nonostante le sovvenzioni, non rischia, investendo su autori nuovi. 
Parliamo di questo testo di Goldoni, con cui è arrivato al Pasta di Saronno…
Un allestimento  che presenta scene e costumi minimal, per lasciare totalmente spazio alla fisicità e alla parola della recitazione. Abbiamo voluto restituire a  Goldoni il suo senso dell’umorismo naturale, evitando, il più possibile, ogni intellettualismo.
Per lei una bella fatica, visto che in scena ha il doppio ruolo dei due gemelli. Come ha lavorato?
Sono due gemelli ma diversi.  Zanetto è il  comico puro. Tonino rappresenta invece  il teatro “riformato” di Goldoni.  
Ci sono delle modifiche in chiave di attualizzazione, nella messinscena?
Le uniche modifiche sono nella lingua, dove abbiamo sostituito, attingendo sempre al dialetto veneziano, termini antichi ed antiquati. Io che sono nato da madre veneta, ho cercato di cogliere il senso del testo e di aggiornarlo là dove ce n’era bisogno.
Lei è popolare anche su piccolo schermo dove però non mostra quasi mai il suo lato più comico. Un caso?
E’ davvero così. Questione di ruoli. A me però piace tantissimo far ridere. Amo il teatro proprio perché me lo permette. Diciamo che il teatro è l’amore. La tv il secondo lavoro. 
Sara Cerrato
“I due gemelli veneziani”. Saronno, teatro Giuditta Pasta, 17 gennaio alle 21, 18 gennaio, alle 15.30 e alle 21. Biglietti a 25 – 20 euro. Info: 02/96702127.  

© riproduzione riservata

Tags