Venerdì 13 Settembre 2013

Festival di Cernobbio, ora i giovani

Spazio alla chitarra di Stricagnoli

Il chitarrista Luca Stricagnoli

La vera sorpresa della quinta edizione del “Festival città di Cernobbio” di agosto sono stati i giovani.

Tutti quelli che, selezionati dall’Accademia Giuditta Pasta, hanno anticipato le performance delle star hanno strappato applausi a scena aperta al numerosissimo pubblico di Villa Erba. Tra questi talenti, lo straordinario chitarrista Luca Stricagnoli che stasera, alle 21, inaugurerà l’ideale “coda” della manifestazione, “Oltre il festival” in largo Escrivà in piazza Santo Stefano (in caso di maltempo, al centro civico).

Chi lo ha apprezzato prima de La Storia dei New Trolls è rimasto colpito dal suo stile tutto personale. Per Luca la chitarra si percuote, si suona sulla tastiera in tapping, si approfitta di risonanze e battimenti, insomma, si sviscera ben oltre le possibilità comuni. E la sua è stata una grandissima prova di forza di volontà: allievo del maestro Francesco Diodovich al Conservatorio di Como, ha rischiato di dovere abbandonare la musica per un intervento chirurgico che lo ha costretto a una pausa di ben tre anni. Ma Stricagnoli ha saputo fare tesoro di quell’impasse, affascinato dalle tecniche eterodosse di musicisti come Andy Mckee. Proprio una versione di “Joyland” di quest’ultimo ha ottenuto i complimenti dell’autore che ha rilanciato il filmato in rete.

Tra le ultime gratificazioni di una carriera già costellata di premi, la vittoria al Fiuggi Acoustic Guitar Contest che gli permetterà di esibirsi al prestigioso Fiuggi Guitar Festival nel 2014.

© riproduzione riservata