Il teatro nelle scuole,
con il “crowfunding”

Iniziativa della compagnia TeatroGruppo Popolare di Giuseppe Adduci, per finanziare, grazie alla comunità, la pièce civile “Un giorno tre autunni”

Il teatro nelle scuole, con il “crowfunding”
Giuseppe Adduci, autore e regista teatrale
(Foto di Archivio La Provincia)

Un progetto nobile e ambizioso, per portare, al maggior numero di studenti delle scuole secondarie di secondo grado del Comasco, il teatro civile. Si può riassumere così l’idea che la compagnia TeatroGruppo Popolare sta attuando, in questi mesi, attraverso il progetto “Il dono per un teatro di tutti” che prevede anche il coinvolgimento della collettività, tramite una raccolta fondi. Ne parliamo con l’ideatore dell’iniziativa, l’autore e regista comasco Giuseppe Adduci, che, da sempre, con la sua Piccola Accademia, persegue l’obiettivo di un teatro capace di cambiare le menti e migliorare il mondo.

Adduci, ci racconta questo suo nuovo progetto scenico e sociale insieme?

L’idea di partenza è stata quella di offrire alle scuole del nostro territorio la possibilità di fruire, in modo gratuito, del nostro spettacolo dal titolo “Un giorno tre autunni”.

Vi si raccontano tre storie di donne che hanno dovuto subire la violenza spietata e arrogante della delinquenza organizzata, ma hanno anche lottato per combatterla e devono, per questo, essere ricordate.

Parliamo dunque di come partecipare al crowdfunding.

Sì, per noi sarebbe importantissimo. Crediamo in questo progetto anche come una collaborazione corale che coinvolga tante persone per formare i più giovani. Tutte le info sono sul nostro sito www.teatrogruppopopolare.it . La donazione può essere effettuata tramite iban o bollettino postale, entrambi intestati alla Fondazione Provinciale della Comunità Comasca. La causale da inserire è “Il dono per un teatro di tutti/TeatroGruppo Popolare”. Grazie a chi vorrà aiutarci, anche solo con donazioni minime.

© Riproduzione riservata

© RIPRODUZIONE RISERVATA