Millenium82, giovani filmaker crescono  Premiati a Venezia per una web serie
Alexander Falzaroni (al centro con il premio in mano) e la squadra di Millennium82

Millenium82, giovani filmaker crescono

Premiati a Venezia per una web serie

L’associazione comasca tra le eccellenze italiane di “Arte Cinema Impresa”. Sviluppando un film prodotto nel 2017, hanno creato una storia a puntate ambientata sul Lario

Un sogno diventato una realtà, è quello dell’Associazione Millenium82 che, la scorsa settimana, ha ritirato il Premio eccellenze italiane Arte Cinema Impresa consegnato dalla Fondazione Mazzoleni. È un percorso, quello dell’Associazione culturale comasca, che non si arresta, dopo 10 anni di attività oggi, comincia a raccogliere i frutti, conseguendo riconoscimenti per la produzione di film, spot e progetti cinematografici.

Gavetta e soddisfazioni

I ragazzi della Millenium82, reduci dalla premiazione, che li ha visti protagonisti sul palco a Venezia il 12 ottobre scorso, non nascondono l’emozione. Ne è testimone Alexander Falzaroni, fondatore del gruppo, che ricorda le prime difficoltà per affermarsi, e la gioia di vedere oggi l’associazione con un’identità definita. «Il nostro è un cammino in continua evoluzione - dice Alexander - di volta in volta abbiamo migliorato la qualità e il contenuto dei nostri progetti relazionandoci con realtà sempre più grandi nel mondo dell’arte e della cinematografia. Questo premio prestigioso è una sorpresa straordinaria, lo ricevono personaggi e organizzazioni che trattano temi di cultura e arte a livello nazionale con la presenza di star e personaggi illustri di fama internazionale. La fondazione Mazzoleni ha voluto consegnare alla Millennium82 il premio come migliore realtà culturale sul territorio italiano grazie al progetto RS Ricerche Speciali, che esordirà l’anno prossimo sotto forma di Web serie».

Come si accede al bando di questo concorso? « Abbiamo conosciuto il signor Mazzoleni e dopo aver preso visione del trailer della nostra serie ci ha proposto la partecipazione al concorso. Dopo scambi di mail in cui la Fondazione ha manifestato interesse nei confronti della nostra associazione e del suo operato in questi 10 anni di attività, siamo stati convocati dalla stessa a Bergamo per un incontro conoscitivo e in quell’occasione Mazzoleni, ci ha annunciato che ci era stato assegnato il premio».

Una splendida location

Falzaroni dà qualche anticipazione sui contenuti della serie. «È una sorta di sequel, prequel e approfondimento del film che abbiamo proiettato nel 2017 a Como, sebbene sia una storia con personaggi già presenti nel lungometraggio, esplora altri tipi di tematiche e filoni narrativi. Al momento stimando un numero approssimativo di tecnici, comparse, collaboratori e aiuti di vario genere siamo arrivati a superare la quota delle 250 persone». Il video premiato è dunque una costola del lungometraggio, anche se ha acquistato aspetti diversi: «Con la serie ci siamo spostati ad un livello superiore e quindi puntiamo a tutti i concorsi e festival possibili. In questa serie sarà per molti cittadini comaschi una bella sorpresa ritrovare zone ed edifici di un certo prestigio che rappresentano con orgoglio questa città». A Venezia i ragazzi di Millennium82 sono stati a fianco di star come Gary Dourdan noto per la sua partecipazione nella famosa serie televisiva “CSI - Scena del crimine”, dove ha interpretato l’agente della scientifica Warrick Brown per le prime otto stagioni. «Non mi sono fatto scappare l’occasione di scattare una foto con Gary . sottolinea Falzaroni - e con tutti gli altri vip della serata, ma il momento più bello vorrei immortalarlo con i miei ragazzi, sono loro il cuore pulsante di questa bellissima realtà».


© RIPRODUZIONE RISERVATA