Erba, ecco i redditi dei consiglieri  Ghislanzoni si conferma al vertice
ERBA - FOTO AI SEGGI BALLOTTAGGIO ELEZIONI COMUNALI 2017 - CLAUDIO GHISLANZONI (Foto by Stefano Bartesaghi)

Erba, ecco i redditi dei consiglieri

Ghislanzoni si conferma al vertice

L’ex vicesindaco guida ancora la classifica nonostante il calo da 97 a 82mila euro. A seguire Cavalleri (lista “Il Buonsenso”) con 68mila e il forzista Brusadelli con 58mila

Dopo gli amministratori, tocca ai consiglieri. Il Comune ha pubblicato le ultime dichiarazioni dei redditi presentati dagli esponenti di maggioranza e minoranza: il più ricco resta l’ex vicesindaco Claudio Ghislanzoni, anche se il suo reddito è calato.

L’unica dichiarazione mancante è quella di Marzio De Gaetano: il consigliere ha dichiarato di non essere ancora riuscito a produrre la documentazione. Alcune premesse. La prima è che tutti gli importi presenti nella tabella sono al lordo delle imposte. Quelli riportati sono i redditi imponibili, ovvero la cifra su cui si pagano integralmente le tasse (senza contare gli sgravi per spese mediche, familiari a carico, ecc). Come sempre la dichiarazione dei redditi fa riferimento ai guadagni percepiti effettivamente nell’anno precedente: le cifre dichiarate nel 2018, insomma, altro non sono che i soldi incassati nel 2017.

Se i più ricchi dell’amministrazione comunale vanno ricercati in sala giunta (sono gli assessori Gianpaolo Corti e Marielena Sgroi), per quanto riguarda la sala consiliare in cima al podio c’è l’avvocato Ghislanzoni (Fratelli d’Italia, minoranza) con 82.547 euro di reddito imponibile, in calo rispetto ai 97.644 euro del 2016.

Seguono l’architetto Alberto Cavalleri (Il Buonsenso Erba, maggioranza) con 68.948 euro e i pensionati Franco Brusadelli (Forza Italia, maggioranza) ed Enrico Ghioni (Pd, minoranza): l’ex assessore forzista dichiara 58.335 euro, l’ex sindaco di centrosinistra 52.177 euro.

LA CLASSIFICA COMPLETA SUL GIORNALE IN EDICOLA MERCOLEDI’ 6 FEBBRAIO


© RIPRODUZIONE RISERVATA