«Il parcheggio al lido è abusivo»  Ultimatum di Montorfano al Parco
Le auto parcheggiate e la polvere che si solleva (Foto by Archivio)

«Il parcheggio al lido è abusivo»

Ultimatum di Montorfano al Parco

Il sindaco sbotta contro il degrado nel cuore dell’area protetta: «Interverremo noi se i dirigenti della Valle del Lambro non rimedieranno»

«Adesso basta. stop al degrado nella Riserva del lago: si torni a rispettare le norme e si ripristini lo stato vero di una riserva naturale». Con queste parole il sindaco rieletto di Montorfano, Giuliano Capuano, non usa mezzi termini e entra a gamba tesa nella questione della gestione dell’area naturalistica intorno al lago e nella più delicata querelle del parcheggio per automobili i del lido, in piena area protetta.

Che la situazione della Riserva non sia delle migliori del resto è sotto gli occhi di tutti: spesso le auto parcheggiano ovunque e in passato non è mancato più volte chi ha lasciato rifiuti o eternit abbandonati e poche settimane fa era stata segnalata la presenza di macchine e persone sospette anche in pieno giorno.

Anche sul parcheggio del lido Capuano è categorico e con le sue dichiarazioni riapre il caso: «Semplicemente quel parcheggio non esiste: è un’area, tra l’altro di terzi, che viene utilizzate senza che nessuno si lamenti – spiega –. È chiaro che con le norme attuali il parcheggio lì non può esistere».

L’ultimatum del sindaco va al Parco regionale della Valle del Lambro, che dallo scorso anno gestisce la Riserva: «Agiscano quanto prima per fare rispettare le regole, altrimenti saremo costretti a intervenire come Comune e a trovare alternative».


© RIPRODUZIONE RISERVATA