Incidenti con i cervi, Coldiretti protesta  «Ormai la situazione è fuori controllo»
Una scena purtroppo consueta nella zona di Grandola (Foto by archivio)

Incidenti con i cervi, Coldiretti protesta

«Ormai la situazione è fuori controllo»

Grandola Il presidente dell’associazione Trezzi interviene dopo la denuncia de “La Provincia”

I 7 incidenti con ungulati negli ultimi 10 giorni, concentrati nel tratto di 340 Regina “Dir” tra Menaggio e Porlezza (con un picco importante tra Croce di Menaggio e Grandola ed Uniti), non potevano certo passare inosservati.

E così, il giorno dopo il racconto su “La Provincia” di quanto sta accadendo in quel tratto di strada di collegamento internazionale - con tanto di appello alla prudenza ed al rispetto della segnaletica verticale da parte del comandante della polizia provinciale, Marco Testa - è la Coldiretti di Como e Lecco a prendere una posizione forte sull’argomento, parlando apertamente di “situazione fuori controllo” e “allarme sicurezza”.

«Si tratta di strade con traffico intenso messe a rischio dall’improvviso attraversamento stradale della fauna selvatica», conferma, in una nota, il presidente interprovinciale di Coldiretti, Fortunato Trezzi.

«Ciò che fa più arrabbiare - aggiunge Trezzi - è che questi incidenti potevano essere evitati, ascoltando la voce degli agricoltori e di Coldiretti che, ormai da anni, denunciano la crescente gravità di una situazione ormai fuori controllo». In realtà in tre punti dove gli incidenti con ungulati (e più in generale con fauna selvatica) avevano toccato numeri preoccupanti si è intervenuti attraverso sistemi d’allerta che segnalano in simultanea la presenza dell’ungulato e dell’auto in transito. In questi tre punti (Castiglione d’Intelvi, Porlezza e Grandola ed Uniti, zona centrale) gli schianti sono sensibilmente diminuiti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA