La crociera con i botti finali  Festa sul lago per 250
I fuochi artificiali nel Golfo di Venere

La crociera con i botti finali

Festa sul lago per 250

La scommessa vinta dell’associazione turistica Tutto esaurito sulla Orione La magia dei paesi illuminati

Se serviva ancora una conferma che si può fare turismo anche d’inverno, questa è arrivata puntuale e per gran parte attesa - visto il battage dei giorni scorsi - dalla “Crociera notturna sul lago”.

In 250 hanno voluto esserci sabato sera sulla motonave “Orione” per ammirare il lago dal lago e per degustare antipasti del territorio, risotti e dolci della tradizione.

Buona la prima dunque, con l’Associazione Turistica Tremezzina che - con il suo presidente Alberto Cetti e con un indaffaratissimo Davide Bordoli - ha apertamente parlato di «scommessa vinta».

Di “inchino” in “inchino” ai monumenti illuminati per il Lake Como Christmas Light griffato Consorzio Como Turistica - dall’Orrido di Nesso a Menaggio passando per Argegno, Lezzeno, Tremezzina (con Villa del Balbianello e Villa Carlotta sugli scudi) - l’Orione non solo ha segnato una novità nella proposta invernale per turisti e residenti, ma ha anche dato corso ad un interessante dialogo tra enti e realtà della sponda occidentale e orientale del Lario, che già ha visto nascere l’esperienza del Distretto Turistico del Centro lago.

E così al patrocinio dei Comuni di Tremezzina, Argegno, Brienno, Sala Comacina, Griante e Menaggio, la “Crociera sul lago” ha potuto contare anche sull’apporto prezioso arrivato da Lezzeno e da Bellagio, con citazione doverosa per la Pro Lezzeno.

Un plauso anche agli albergatori locali che hanno pubblicizzato non solo l’iniziativa di sabato sera, ma anche i due tour via lago tra “acqua, terra e luci in Tremezzina” con partenza da Lenno e Tremezzo il 4 e 5 gennaio, il primo dei quali ha già toccato quota 180 prenotazioni. I telefoni in questi giorni hanno squillato di continuo, anche una volta raggiunti i 250 posti disponibili sull’Orione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA