Lezzeno, frana sulla Lariana  Venerdì riapertura a senso unico
Un momento del sopralluogo sull’ex Statale Lariana

Lezzeno, frana sulla Lariana

Venerdì riapertura a senso unico

La decisione dopo il sopralluogo dell’Amministrazione provinciale

La ex Statale Lasriana riaprirà a senso unico alternato dalle 17.30 di venerdì 22 maggio. È questa la conferma arrivata dal sopralluogo tenutosi oggi dall’Amministrazione Provinciale, presenti il Presidente Fiorenzo Bongiasca e il dirigente al settore Infrastrutture a rete e Puntuali, Bruno Tarantola, con il sindaco Maurizio Boleso e l’ex senatore Armando Valli, insieme all’assessore regionale agli Enti locali, montagna e piccoli comuni, Massimo Sertori. La circolazione lungo il Ponte del Diavolo, dove, nelle giornate dell’11 e del 14 maggio, due smottamenti causati dalle forti piogge dello scorso lunedì avevano causato l’interruzione della strada, interrompendo il collegamento tra Lezzeno e Bellagio riprenderà quindi, almeno parzialmente, già da questo fine settimana.

«I lavori – spiega il dirigente provinciale Bruno Tarantola – prevedono di mettere reti appoggiate per evitare distacco di materiale dalla matrice rocciosa e contenere la caduta dei massi, per circa 400 metri, o qualcosa in più se dovesse cadere materiale da altri punti. Il geologo arrivato questa mattina ci ha consigliato di verificare la tenuta del masso dopo il ponte, venendo da Como. Pensiamo quindi a un’apertura a senso unico alternato non prima di venerdì e poi interverremo per realizzare la barriera».

Nel frattempo si è lavorato per limitare i disagi: «Ci siamo organizzati da subito con SPT per creare un collegamento con un bus navetta che porta gli utenti fino a prima della frana e, dopo un passaggio a piedi in sicurezza attraverso il cantiere, li riprende subito dopo la frana – spiega il sindaco di Lezzeno, Maurizio Boleso – Da oggi inoltre è stata introdotta una fermata in più dell’aliscafo. Non è stato facile, ma anche al lavoro della ditta incaricata, stiamo riuscendo a contenere i disagi legati alla frana».

L’articolo completo su La Provincia di martedì 19 maggio


© RIPRODUZIONE RISERVATA