“Taglio alberi” con lo spray rosso  «Che tristezza i muri imbrattati»
Una delle scritte apparse nei giorni scorsi sui muri

“Taglio alberi” con lo spray rosso

«Che tristezza i muri imbrattati»

San Siro: almeno cento le scritte comparse lungo le strade

Almeno cento scritte con lo spray rosso sono comparse su muri, rocce e persino guard-rail lungo la strada comunale delle frazioni, da Lucena fino ai monti: “Taglio alberi” o, nei casi più fortunati, “T. A” con frecce rivolte l’alto, ad indicare non si capisce bene quali, fra le piante del bosco soprastante, sarebbero da abbattere.

Il sindaco del Comune di San Siro, Claudio Raveglia, ha firmato un’ordinanza che impone il taglio delle piante a ridosso della strada, ma le operazioni di individuazione dei fusti da abbattere è stata demandata al Consorzio forestale della Comunità montana, costituito negli anni scorsi con il compito di gestire e curare il patrimonio boschivo per conto dei Comuni che vi aderiscono.

Dice un cittadino: «Mi chiedo se fosse necessario compiere un’operazione di così cattivo gusto. Spero si tratti di vernice lavabile, ma ho dei seri dubbi». Il primo cittadino illustra l’iniziativa e ammette che non era questo il modo migliore per indicare gli alberi da tagliare: « Le scritte con lo spray non erano certo previste, anche se forse sono state fatte laddove non era agevole raggiungere e marchiare direttamente le piante da tagliare. In un modo o nell’altro – conclude Raveglia – provvederemo a cancellarle». Il presidente della Comunità montana, Mauro Robba, da parte sua, non era a conoscenza del discutibile operato: «Apprendo di questo inconveniente e dalle prime informazioni assunte mi pare di capire che le scritte siano state fatte per facilitare gli interventi di taglio. Se effettivamente si ravviserà un deturpamento del paesaggio, interverremo a cancellarle». (Gianpiero Riva)


© RIPRODUZIONE RISERVATA