Tremezzina, sensori sulla Regina  Per evitare ingorghi nei punti critici
Como prefettura incontro con l'assessore regionale Riccardo De Corato, da sinistra De Corato, il prefetto Bruno Corda, ALessandro Fermi, Dino Vurro e Mauro Guerra (Foto by Andrea Butti)

Tremezzina, sensori sulla Regina

Per evitare ingorghi nei punti critici

Firmato in Prefettura il protocollo con la Regione. Gli impianti per il monitoraggio costeranno 200mila euro

I sensori rileveranno il passaggio dei veicoli sulla Regina, le telecamere cattureranno il volume dei mezzi più ingombranti come camion e bus, e le immagini saranno inviate al comando della polizia locale e delle forze dell’ordine che potranno così intervenire in tempo reale per evitare ingorghi sull’asse Argegno-Tremezzina. È questo il contenuto saliente del protocollo firmato in Prefettura con Regione, Comuni, Anas e Provincia per dare corso all’operazione sicurezza in attesa della variante della Tremezzina. Sensori e telecamere di nuova generazione saranno così utili per affrontare la criticità di una viabilità che quotidianamente è sull’orlo del collasso. Il progetto pilota costerà 200mila euro e il bando per la fase operativa è ormai prossimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA