Un’ora e mezza di viabilità paralizzata sulla statale Regina. Tra gli “ostaggi” anche due ambulanze

Tremezzina Traffico paralizzato ieri mattina sulla statale: la causa sono stati i semafori intelligenti, saltati. C’è perfino chi ha impiegato 17 minuti per percorrere un chilometro.

Un’ora e mezza di viabilità paralizzata sulla statale Regina. Tra gli “ostaggi” anche due ambulanze
Questa la situazione a Colonno lungo la Regina, con un bus turistico diretto verso Sala

Non è ben chiaro cosa abbia scatenato ieri dalle 11 in poi un’ora e mezza abbondante di paralisi della viabilità lungo i quattro chilometri scarsi di Regina tra Colonno e Lenno.

Il dato oggettivo è auto, mezzi pesanti (in entrambe le direzioni di marcia e dunque, scendendo da Colonno a Ossuccio, in barba all’ordinanza Anas per le fasce orarie), bus turistici, camper nonché due ambulanze in sirena sono rimasti in ostaggio del traffico, con i semafori intelligenti “saltati” e diversi conducenti giù dalle vetture in attesa di buone nuove.

Record negativo

C’è chi dice che tutto sia iniziato da un mezzo di cantiere fermo su una corsia di marcia, con annesso senso unico alternato improvvisato, poi rimosso. Certo è che per superare l’ultima delle quattro strettoie - quella di Colonno - scendendo da Lenno il tempo medio di percorrenza è stato superiore all’ora e dieci minuti, il che significa circa 17 minuti al chilometro.

Da tempo non si registravano simili incolonnamenti sulla statale 340 che, tolte le domeniche di rientro dal capoluogo, ha vissuto un’estate sotto la costante pressione di un traffico numericamente da record, ma che in poche occasioni ha fortunatamente causato ingorghi. E così ieri i quattro osservatori del traffico piazzati tra Colonno e Spurano di Ossuccio hanno avuto il loro bel daffare per sbrogliare l’intricata matassa viabilistica, spostando temporaneamente una delle quattro postazioni dal tratto di Regina sopra la Pro loco di Sala a dentro la strettoia in centro paese.

È chiaro che di fronte a simili volumi di traffico anche il mese di settembre si presenta complesso sotto il profilo viabilistico.

Le strettoie

«Abbiamo ricevuto numerose segnalazioni nell’arco di un’ora da automobilisti in coda - la conferma del comandante della polizia locale di Tremezzina, Massimo Castelli - Non ci sono stati segnalati incidenti né problemi particolari. Eravamo presenti sulla Regina. Basta poco per arrivare a situazioni come quella di stamattina (ieri, ndr), tenendo presente che sono transitati dalle strettoie mezzi pesanti in rapida successione, con camper e pullman turistici subito dietro. Stando alle prenotazioni ed alle previsioni di alberghi e strutture turistiche, vivremo un altro mese particolarmente intenso sul fronte degli arrivi. L’invito è ad attenersi alle regole rispettando le prescrizioni dei semafori intelligenti».

Questa la situazione a Colonno lungo la Regina, con un bus turistico diretto da Colonno verso Sala. E in effetti anche ieri, complice la coda che ad un certo punto si è allungata sino al rettilineo di Lenno, in tanti hanno cercato di guadagnare qualche metro addentrandosi nelle strettoie pur con un camper (ad esempio) che in lontananza si notava in arrivo in direzione opposta. Da ricordare che fino al 15 settembre sarà operativo il distaccamento di Tremezzina della Polstrada. Con la ripresa su larga scala del cantiere di Colonno della variante, da più parti si vorrebbe prolungare la presenza della Polstrada sino al 31 ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA