Vaccino antinfluenzale e terza dose
È partita la nuova campagna

Da oggi gli over 80 e i pazienti immunodepressi possono prenotarli e farli in contemporanea negli hub - Da metà ottobre dai medici, flop invece per le farmacie

Vaccino antinfluenzale e terza dose È partita la nuova campagna

Como

Oggi al via la vaccinazione abbinata anti Covid e anti influenzale.

Sono arrivate ieri le dosi di antinfluenzale, l’Asst Lariana da oggi inizierà la doppia somministrazione in via Napoleona, a Lariofiere e al martedì all’ospedale di Menaggio. Sono interessati da questa opportunità gli over 80 che hanno prenotato la terza dose e i pazienti immunocompromessi candidati a ricevere la terza dose di anti Covid.

L’antinfluenzale verrà proposto gratis anche alle persone che hanno prenotato una prima o una seconda dose di anti Covid. Questi assistiti devono però rientrare tra gli aventi diritto della campagna vaccinale antinfluenzale. E quindi avere più di 60 anni, essere familiari o caregiver di soggetti ad alto rischio di complicanze, persone ricoverate in strutture di lungodegenza, donne in gravidanza o nel periodo post parto, avere patologie croniche come per esempio diabete mellito, obesità, asma grave, broncopatia ostruttiva, insufficienza renale, tumori, interventi chirurgici in programma, epatopatie, malattie neuromuscolari. Stessa priorità per i soggetti addetti ai servizi pubblici essenziali come medici, sanitari, polizia, vigili del fuoco, ma anche ai donatori di sangue e al personale a contattato con animali come allevatori, macellai e veterinari.

Si ricorda che la prenotazione delle terze dosi è aperta tramite portale: www.prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it. Possono accedere gli over 80 che hanno ricevuto la seconda dose ad almeno sei mesi di distanza e gli immunodepressi, trapiantati e chemioterapici dopo almeno 28 giorni. È sempre possibile prenotare la prima dose, o presentarsi direttamente agli hub anche senza prendere l’appuntamento nel caso di donne in stato di gravidanza, ragazzi tra i 12 e i 19 anni, over 60, personale sanitario e lavoratori della scuola e dell’università.

Per il resto della popolazione il governo deve ancora decidere del proseguimento della campagna anti Covid.

Le autorità regionali intendono invece estendere la campagna antinfluenzale da metà ottobre, attraverso i medici di medicina generale ed anche le farmacie. A proposito di farmacie la Regione ha annunciato che dall’11 ottobre sarà possibile prenotare direttamente al bancone la terza dose anti Covid con l’intenzione di iniziare le vaccinazioni dal giorno 20 ottobre. Molte delle farmacie che si erano candidate a somministrare il siero per combattere la pandemia si stanno però tirando indietro pur avendo frequentato i corsi e ottenuto i permessi.

«Alla fine ho detto di no anche io – dice Giuseppe De Filippis, presidente dell’Ordine dei farmacisti – Le consegne dei vaccini prevedono cento dosi alla volta, da somministrare in un tempo troppo limitato. Molte farmacie, soprattutto nei paesi, si stanno tirando indietro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True