Villa Melzi aperta. Ma ai bellagini  «Giusto che si godano il giardino»
Uno dei viali della splendida Villa Melzi di Bellagio (Foto Gandola)

Villa Melzi aperta. Ma ai bellagini

«Giusto che si godano il giardino»

Bellagio: l’iniziativa coordinata da proprietario e Comune

I bellagini riscoprono Bellagio. Sembra un gioco di parola ma è tutto vero. Impegnati ogni stagione, in questo periodo, ad accogliere i turisti in molti da anni non godevano della bellezza del paese e dei giardini di Villa Melzi.

In questi giorni lo splendido parco è aperto gratuitamente per i residenti, su iniziativa della proprietà e del Comune e il primo giorno, il 4 maggio, 91 persone hanno potuto godere di platani, camelie, azalee e rododendri. Per alcuni si è trattato anche della prima visita in vita loro. Potranno continuare a fare “attività motoria” nel paradiso della magione fino a domenica 17 maggio, tutti i giorni dalle 13 alle 17 con ultimo ingresso alle 16,30.

«Siamo molto soddisfatti di come sono andati i due primi giorni, non sono mancati i visitatori, il primo giorno abbiamo chiuso con 91 presenze il secondo vedremo ma saremo su numeri simili – spiega Luca Gandola, il coordinatore dei volontari impegnati nel parco - La visita è consentita solo ai bellagini».

L’iniziativa parte dalla proprietà del parco con il contributo del Comune: «L’iniziativa è di Fulco Gallarati Scotti, negli scorsi giorni l’ho incontrato e mi ha chiesto di poter aprire per i bellagini – spiega il sindaco Angelo Barindelli - Questo periodo è quello migliore per il parco, con colori splendidi, era un peccato nessuno potesse godersi la sua bellezza. Il proprietario mi ha chiesto una mano per l’apertura ed io ho messo a disposizione i quattro volontari, ci saranno poi i vigili che gireranno all’interno per verificare il distanziamento sociale». (Giovanni Cristiani)


© RIPRODUZIONE RISERVATA