Altri furti a Turate, l'appello
«Vogliamo il controllo di vicinato»

Dopo il blitz in via Luini ora è toccato a un’abitazione in via Como

Altri furti a Turate, l'appello «Vogliamo il controllo di vicinato»
Un tratto di via Como

Ancora furti in paese: l’altra sera i ladri sono riusciti a introdursi in un appartamento in una palazzina in via Como, mettendo le mani in particolare su alcuni ricordi di famiglia dal valore soprattutto affettivo.

I residenti sono poi rimasti senza parole quando, dopo essersi per poco da casa, hanno trovato la propria abitazione messa sottosopra.

Nei giorni scorsi, In via Luini, i ladri erano entrati in una villetta, cercando in seguito d’entrare anche in una vicina abitazione, dove però pare si siano trovati davanti a un pastore tedesco che li ha messi in fuga.

Prima di scappare, i malviventi avrebbero però tirato un violento calcio al cane, finendo per procuragli parecchi problemi e costringendo i proprietari a rivolgersi a un veterinario per prestagli le cure necessarie.

«Penso che istituire anche a Turate un gruppo di Controllo di vicinato sarebbe un modo per cercare d’evitare il ripetersi dei furti – è l’idea rilanciata dal turatese Mario Marcuzzi che abita nella zona di via Como- seguendo cioè l’esempio di quanto già avviene in diversi Comuni della Bassa comasca; si tratta naturalmente di un’iniziativa da promuovere in stretta collaborazione e in sinergia con i carabinieri e le altre forze dell’ordine; sarebbe poi bello poter contare sulla collaborazione del Comune per i cartelli, da posizionare nelle diverse vie, con cui segnalare la presenza del Cdv».

Un’idea a cui l’assessore Paolo Mason ha già fatto sapere che l’amministrazione è interessata: rientra infatti tra le attività previste nell’ambito del programma elettorale del sindaco Alberto Oleari; si tratta insomma di una proposta che, con la collaborazione della cittadinanza, potrebbe essere a breve concretamente portata avanti.

Gianluigi Saibene

© RIPRODUZIONE RISERVATA