Cadorago, scontro tra leghisti  per il sovrappasso da costruire
Un rendering “artigianale” che spiega come dovrebbe essere il nuovo sovrappasso

Cadorago, scontro tra leghisti

per il sovrappasso da costruire

Stesso schieramento ma posizioni opposte tra il sindaco Clerici e il collega di Lomazzo, Rusconi

«Sono certo che troveremo un accordo, a breve intendo sentire il neo-sindaco di Lomazzo, Giovanni Rusconi, per ragionare con lui riguardo alla messa in sicurezza del passaggio a livello Alla Fonte». Il sindaco Paolo Clerici, della Lista Lega-Vivere, riconfermato dagli elettori nel ruolo di primo cittadino, tende la mano al neo-sindaco lomazzese Rusconi, della lista Lega-Forza Italia-Insieme, protagonista del ribaltone elettorale, che lo ha portato a sconfiggere il sindaco uscente, Valeria Benzoni. Insomma, Clerici e Rusconi sono dello stesso schieramento, ma al momento hanno posizioni differenti sul sovrappasso.

L’altro ieri, infatti, Rusconi ha annunciato d’essere intenzionato a valutare nuovamente, insieme alla Regione e a Fnm, i costi-benefici della prevista realizzazione di un sovrappasso, verificando in sostanza tutte le possibili soluzioni.

In campagna elettorale, entrambi, pur appartenendo allo stesso schieramento, non avevano nascosto le rispettive posizioni. Con Cadorago favorevole a portare avanti il progetto del sovrappasso, cercando di ridurne magari l’impatto visivo, mentre l’allora minoranza chiedeva di riflettere ancora sull’intervento, guardando in particolare con maggiore interesse all’idea di realizzare un sottopasso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA