Ciclista investito da un cinghiale  «In ospedale per diverse fratture»
Nell’urto con l’animale la bicicletta si è spezzata in due

Ciclista investito da un cinghiale

«In ospedale per diverse fratture»

Castelnuovo, un uomo di 54 anni di Olgiate Comasco

ricoverato all’ospedale Circolo di Varese la vittima dell’incidente

Ciclista si scontra con un cinghiale, ricoverato in ospedale con parecchie fratture. Grave incidente nella mattinata di Pasqua, alle 6.15, sulla strada provinciale per Tradate (Sp 19), trecento metri dopo la fine dell’abitato, in località Motta.

Un ciclista – 54 anni, residente a Olgiate Comasco– era in sella alla sua bicicletta quando un cinghiale all’improvviso ha attraversato la carreggiata velocemente, centrandolo in pieno e travolgendolo.

La stazza del cinghiale in corsa lo ha rovesciato sulla strada senza dargli il tempo di reagire. Il poveretto è volato sull’asfalto, riportando diversi traumi. È ricoverato all’ospedale di Varese. L’allarme al 118 è stato lanciato dallo stesso malcapitato.

«La mattina di Pasqua, verso le 7, è entrato nella via di casa mia un ciclista a piedi, che portava a mano un’altra bicicletta – racconta il consigliere comunale Gabriele Bosetti che abita nei pressi – Mi ha riferito che era uscito verso le 6 e non aveva visto nulla, durante il ritorno ha trovato sulla provinciale una bicicletta fatta a pezzi e molto sangue sull’asfalto. Mi ha spiegato che è una bici molto costosa e me l’ha affidata in consegna, in attesa di capire chi fosse il proprietario per potergliela restituire. L’ho tenuta in custodia e in mattinata ho chiamato i carabinieri, cui ho riferito il tutto; mi hanno detto che non avevano ricevuto segnalazioni di incidenti stradali e che avrebbero chiamato il 118 per capire cosa fosse successo e per rintracciare il proprietario».

«Sono andato sul posto. C’era una vistosa pozza di sangue, trascinata avanti per 50 metri. Una situazione spaventosa – prosegue Bosetti – Nel pomeriggio mi hanno richiamato i carabinieri, preannunciandomi che la moglie del ferito mi avrebbe contattato. In serata sono venuti a casa mia due amici del malcapitato a ritirare la bici. Mi hanno detto che il loro amico è ricoverato in ospedale. Ne avrà per almeno sei mesi. Ha un’anca rotta, fratture al bacino, un costato completamente fratturato e una costola gli ha perforato un polmone».

«Mi hanno spiegato la dinamica dell’incidente riferita alla moglie dal ferito. Un cinghiale, in piena corsa, ha attraversato la strada con un impatto tremendo sul ciclista. L’ha colpito lateralmente; l’urto, violento, ha tranciato in due il telaio della bicicletta in fibra di carbonio. La parte spezzata, tagliente, deve avere ferito forse anche il cinghiale».

Bosetti lancia un appello per rintracciare il ciclista che gli ha consegnato la bicicletta.

«Ero talmente scioccato che non gli ho chiesto il nome. Mi ero impegnato a informarlo dell’accaduto e delle condizioni del ferito, ma non ho un suo recapito. Volevo ringraziarlo per la sensibilità che ha avuto nel mettere al sicuro la costosa bicicletta che, se lasciata sul posto, non sarebbe stata più ritrovata per riconsegnarla al legittimo proprietario. Ringraziamento cui si unisce anche la famiglia del ciclista ferito».


© RIPRODUZIONE RISERVATA