Due bar aperti scoperti dai carabinieri  E 30 clienti fuggono per evitare la multa
L’ingresso del “Non Solo Caffè”, chiuso dai carabinieri per violazione delle norme anti-Covid

Due bar aperti scoperti dai carabinieri

E 30 clienti fuggono per evitare la multa

Turate, blitz in piazza Volta, gli avventori sono scappati di corsa

Violate le norme anti Covid: multati e chiusi per 5 giorni

I caffè e gli aperitivi sono risultati davvero indigesti per due baristi del paese, che sono stati scoperti dai carabinieri mentre erano aperti come se nulla fosse nonostante la zona rossa. Ma anche i clienti, una trentina in totale, se la sono vista brutta: una trentina di persone, infatti, alla vista dei militari, è scappata a gambe levate, pur di evitare di essere identificati e quindi multati per la violazione delle norme anti-Covid.

È stato sicuramente un sabato pomeriggio movimentato, nella Bassa Comasca, e per la precisione a Turate. I carabinieri della stazione di Mozzate, che erano incaricati di sorvegliare i locali della Bassa Comasca affinché rispettassero le disposizioni del Decreto del Presidente del Consiglio, arrivati a Turate, hanno scoperto che il Seventeen Pub di piazza Volta 17 era aperto e che all’interno c’erano numerosi clienti che stavano tranquillamente bevendo una birra o facendo un aperitivo. I militari non hanno praticamente fatto in tempo a scendere dalla vettura di servizio che era già scattato il fuggi-fuggi generale, con gli avventori che si sono allontanati in tutta fretta per evitare le sanzioni previste.

Ma anche al bar esattamente di fronte la situazione non era differente. Infatti, anche al “Non Solo Caffè” che si trova sempre in piazza Volta, ma al civico 20, c’erano diversi clienti che hanno preferito interrompere bruscamente la loro “pausa caffè” per allontanarsi il più velocemente possibile ed evitare altri guai. In totale sarebbero almeno una trentina le persone che sono fuggite ai controlli anti Covid nei bar.

I due locali sono stati chiusi per 5 giorni e i titolari hanno ricevuto il verbale con la sanzione di 400 euro, che scende poi a 280 euro se pagata entro i 5 cinque giorni dalla notifica.

Una situazione simile a quella avvenuta la sera precedente a Cirimido, quando il personale della divisione polizia amministrativa della Questura, ha proceduto alla chiusura per cinque giorni del Bar Hamilton. In questo caso, la segnalazione era arrivata attraverso l’App Youpol: gli agenti hanno accertato che all’interno del locale era consentita la consumazione al banco e che, anche dopo la chiusura, gli avventori continuavano a rimanere all’interno dove peraltro non vi era alcuna informativa alla clientela prevista dalla normativa anti Covid.

Oltre al titolare del bar, anche quattro clienti erano stati multati per 400 euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA