I pesci ritornano nella fontana  dopo il furto a Rovello
I volontari mentre puliscono la fontana

I pesci ritornano nella fontana

dopo il furto a Rovello

Alcuni cittadini li hanno portati all’Ave che da qualche anno l ’ha in cura

Gara di solidarietà, dopo il furto, per rimettere i pesciolini nella fontana. E per proteggerli l’Ave posiziona anche una rete anti-aironi.

Dalla fontanella del cimitero curata dali volontari , nei giorni scorsi, dalla sera alla mattina, erano scomparsi nella nulla una quarantina di pesciolini rossi. La sorgente collocata all’esterno del camposanto, dedicata ai quarantanove caduti della Prima guerra mondiale, è stata da alcuni anni riattivata e rimessa a nuovo da parte dei volontari dell’associazione.

Dopo che si era diffusa in paese la notizia della scomparsa dei pesciolini, c’è stato subito chi si è fatto avanti per portarne di nuovi, tra i quali Elena Goldaniga, che ne ha portati cinque e la famiglia di Marco Sacca, che ne ha aggiunti altri cinque. Un esempio che diversi rovellesi si sono già detti pronti ad imitare nei prossimi giorni; la fontana si è ripopolata in tempi veramente molto brevi. Erano stati alcuni dei soci del sodalizio ad accorgersi dell’improvvisa scomparsa dei pesciolini, alcuni acquistati dall’Ave, mentre altri vi erano stati portati nel corso del tempo da parte dei rovellesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA