Incroci pericolosi, altro scontro  Tutti d’accordo: «Cambiamoli»
Una delle due auto coinvolte nell’incidente di ieri mattina

Incroci pericolosi, altro scontro

Tutti d’accordo: «Cambiamoli»

Lurago Marinone, ieri incidente con due auto coinvolte

Berlusconi: «Bisogna intervenire, anche la Provincia noi»

Ennesimo incidente ieri mattina in via Vittorio Veneto, all’altezza di una delle pericolose rotatorie sulla provinciale, tra Lurago Marinone, Fenegrò e Cirimido. Da una prima ricostruzione dei fatti due auto si sono scontrate per cause da accertare proprio all’incrocio dove si sono già verificati diversi sinistri.

Spavento a parte, i due conducenti,tra cui una giovane di 20 anni se la sarebbero cavata soltanto con alcune contusioni. Il sinistro rappresenta però una ulteriore conferma di quanto sia urgente intervenire sui tre incroci sulla strada Provinciale 32 dove, specialmente negli ultimi tempi, si viaggia a una media di un incidente a settimana.

Si è tenuto proprio l’altro ieri il vertice che il sindaco Luigi Berlusconi aveva chiesto settimana scorsa al presidente Fiorenzo Bongiasca, per decidere gli interventi da attuare al fine di mettere una volta per tutte in sicurezza le tre rotatorie “a rischio” che, riguardo alle precedenze, non hanno l’assetto europeo che caratterizza gli altri incroci.

«C’è già chi è pronto a promuovere una raccolta di firme per chiedere alla Provincia di intervenire – spiega Berlusconi – ho quindi voluto contattare subito l’ente sovra-comunale, per trovare una soluzione a un problema di sicurezza viaria che avevamo già a più riprese segnalato anche alla precedente amministrazione provinciale” . Il sindaco Berlusconi, assieme al sindaco di Cirimido, Franco Tagliabue e al primo cittadino di Fenegrò, Claudio Canobbiosi è quindi incontrato con il presidente Bongiasca e con i tecnici della Provincia.

«È stato un incontro propositivo e costruttivo – fa sapere Berlusconi – da parte dell’ente comunale è stata data disponibilità a prendere concretamente in esame i problemi viari che abbiamo avuto modo di sottoporre, valutando appunto assieme alle nostre amministrazioni locali il da farsi. Abbiamo già in programma di incontrarci nuovamente a breve per discutere nuovamente della questione che, visto appunto il ripetersi di incidenti “a turno” nelle zone delle tre rotatorie, ci sta evidentemente molto a cuore».

L’auspicio, espresso anche da parte degli altri amministratori comunali è insomma che si possa trovare un’efficace soluzione il prima possibile.


© RIPRODUZIONE RISERVATA